Il 'Sole' scioglie la neve, ma non scongela Piazza Affari.


Quella di Milano è l’unica negativa tra le borse europee in questo venerdì 13 dicembre; FTSEMib in calo dello -0,26%. La vittoria a Londra dei conservatori guidati da Boris Johnson fa scintillare il loro listino di riferimento (FTSE 100: +1,10%), insieme alla promessa del loro leader circa l’uscita dall’unione europea, programmata per il prossimo 31 Gennaio. Dal fronte Usa il listino è per ora poco mosso, dal momento che gli Americani sono ancora confusi e in attesa di sapere realmente in cosa consistano gli accordi preliminari sui dazi USA-Cina.

A portare un pò di luce in questa seduta buia, con un rialzo in doppia cifra, è IL SOLE 24 ORE +18,82% a 0,682. Il noto gruppo editoriale italiano è quotato in borsa dal 6 dicembre 2007 al prezzo di collocamento di 5,75. Come suggerisce il prezzo odierno, da allora il titolo è lentamente sceso fino a toccare i suoi minimi di sempre l’11 febbraio 2019 a 0,33. È poi risalito con supporti in area 0,48/50, da cui oggi prova a riemergere con prossima resistenza più immediata a 0,777 e successiva 0,84.

Segue anche oggi un’azienda attiva nella produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili, ECOSUNTEK, con un rialzo del 9,38% a 7 euro. Non più citata dal 19 novembre nei miei articoli quotidiani, oggi si riscatta partendo oltre la resistenza dei 6 euro e compiendo un vigoroso rialzo con prossima resistenza posta attorno agli 8,5 euro per azione.

A confermare l’interesse degli investitori per il segmento delle energie rinnovabili è il GRUPPO GREEN POWER +8,37% a 4,66, la cui performance settimanale aumenta ancora dopo il rialzo del 14,36% di mercoledì. La prossima resistenza è posta in area 6,40.

Neanche oggi il nostro portafoglio Lombard brilla di rialzi: in territorio positivo solo FIERA MILANO a 5,40 (+0,75%). Ci saluta invece il titolo BASICNET, venduto a mercato dopo una performance negativa del -3,86% a 5,23. Non è l’unico a compiere una flessione del genere, tant’è che DIASORIN si classifica come peggiore del giorno ancora in portafoglio con un -3,33% a 116 euro per azione.

A risentirci, buon week-end.

2 Commenti

Non accontentarti solo degli articoli Free!

Registrati gratuitamente e avrai accesso senza limitazioni ai servizi premium per 3 giorni!

I commenti dei lettori

2 Commenti

  • Sandro Mancini
    18 Dic 2019

    Salve sig. Nicola,
    ero trepidante nell'attendere le sue elucubrazioni funeste. Non ho mai incontrato nella mia (abbastanza lunga) vita una persona che se la "gufasse" in questo modo, oserei dire, assurdo ! Non solo, ma portatore di una negatività estrema ! Mica si complimenta, qualche rara volta, delle performance molto alte sui titoli EUROTECH, NEXI, GAMENET, EL.EN., FIERA MILANO attuale, giammai, spande veleno solo su qualche titolo andato in STOP, evidenziando BASICNET sul quale abbiamo meno della metà della colpa in quanto nessuno avrebbe potuto prevedere un'apertura in così ampio Gap. Non solo, ma addirittura, prevede (!!) e spera che anche gli altri titoli vadano in STOP !! Forse a lei i soldi glieli regalano e quindi sarà contento di perderli, NOI NO !
    Infine e termino qui, mi permetto di dissentire anche sulle percentuali di performance. La matematica, che non è un opinione, insegna che su EUROTECH abbiamo guadagnato su tutto l'acquisto il + 36% (8+64/2), su EL.EN il + 18,5% (7+30/2) e con solo il guadagno su GAMENET 10,17% abbiamo coperto interamente la perdita di BASICNET e potrei continuare ancora per gli altri titoli.
    Non comprendo quasi nulla di come sia il suo pensiero, le ho detto e scritto varie volte che accettiamo le critiche fondate su basi vere e serie e comunque con un tono costruttivo, ma se crede di stimolarci in questo modo, ha sbagliato portone.

    Saluti.

  • Nicola C.
    14 Dic 2019

    Purtroppo oltre Basicnet, stoppato a -10%, sono prossime allo stop Reply, Falck e Diasorin. Se per ogni sl ci voglio due target , chissà se e quando recupereremo.

Lascia un commento