Speranze da oltreoceano, ma Trump fa da barriera


Piazza Affari termina la seduta di oggi giovedì 8 ottobre 2020 in rialzo, con il FSTEMib (+0,76%) a 19.582 punti. Territorio positivo anche per gli altri principali indici del panorama europeo, trainati da Wall Street.

Il rialzo ben sostenuto dei mercati del Vecchio Continente è sempre legato alle speranze di un accordo tra democratici e repubblicani su nuove misure di stimolo a sostegno dell’economia statunitense. Tali speranze, però, non sono per ora avvallate da Donald Trump, che rimanda le trattative a dopo le elezioni. Su questa presa di posizione il Presidente viene attaccato dalla speaker della Camera del Congresso americana, Nancy Pelosi, che durante il briefing giornaliero commenta “venite qui domani, perché parleremo del 25° emendamento”, la legge della costituzione americana che contempla la rimozione del presidente dalla carica perché non più in grado di svolgere il suo incarico. Questo ha fatto inizialmente sbandare i listini americani, ma sembra non aver influenzato quelli europei, che hanno concluso sui massimi di giornata. 

Nello specifico, quella di oggi è stata una seduta positiva per tutti i titoli del settore bancario. Assistiamo anche ad un rimbalzo del brent, che si riporta sopra quota 42 dollari al barile e trascina tutti i titoli del comparto.

Fra i bancari spicca il rialzo di MEDIOBANCA (+3,93%) a 7,24, dopo che Leonardo Del Vecchio ha incrementato la sua quota dal 9,89 al 10,16 con la volontà di garantire stabilità e sostenere la crescita. Rialzi anche le due big UNICREDIT (+2,42%) a 7,55 e INTESA SANPAOLO (+1,61%) a 1,68.Buona infine la performance di BANCO BPM (+1,87%) a 1,69 e di BPER BANCA (+0,93%) a 1,20, che recupera sul finale. 

I titoli del petrolifero terminano in rialzo con ENI (+2,30%) a 6,89, SAIPEM (+3,25%) a 1,59 e TENARIS (+3,06%) a 4,45.

La seduta è favorevole anche per PIRELLI (+4,29%) a 3,99 e NEXI (+1,35%) a 16,12.

Si percepisce interesse su AMPLIFON (+1,63%) a 31,21, dopo che gli analisti di Citigroup hanno iniziato la copertura sul titolo con un target price di 36,40 euro.

PORTAFOGLIO LOMBARD REPORT

Il portafoglio Lombard riguardante le AZIONI ITALIANE BREAKOUT termina con la metà dei titoli in territorio positivo; a bilanciare anche il ribasso di ESPRINET (-1,42%) a 7,63.

Nessun commento

Non accontentarti solo degli articoli Free!

Registrati gratuitamente e avrai accesso senza limitazioni ai servizi premium per 3 giorni!

I commenti dei lettori

Non ci sono commenti per questo articolo. Vuole essere il primo a commentarlo?

Lascia un commento