FTSEMib: sempre più su.


Piazza Affari termina la seduta di metà settimana con un deciso rialzo del FTSEMib (+1,01%) a 24.477 punti, in buona compagnia di Londra (+1,02%), con cui si posiziona come migliore tra gli indici delle principali borse europee, tutti sopra il mezzo punto percentuale. 

ENERTRONICA SANTERNO

Il primo posto tra i titoli più performanti di oggi è occupato da ENERTRONICA SANTERNO, in rialzo del 20,33% a 1,48. Dal balzo dell’11% a 1,385 del 10 dicembre 2019 nell’articolo: https://www.lombardreport.com/2019/12/10/seduta-elettrica-a-zero-emissioni/
, la società, quotata all’AIM e operante nel settore delle energie rinnovabili, ha deciso di stornare tenendo come supporto l’area di 1,20, per poi terminare la seduta di ieri a quota 1,23. 

A far spiccare il volo al titolo è la notizia di stamane sull’ottenimento di una commessa per la produzione di inverter fotovoltaici destinati ad impianti che saranno realizzati in Cile, dal controvalore complessivo di circa 20 milioni di dollari.

L’azione apre in gap a 1,35 per terminare sui massimi del giorno a 1,48, in prossimità della resistenza posta a 1,50. La successiva è posta tra 1,67/1,70.

TESLA

Segue TESLA (+12,23%) a 871; l’azienda di Elon Musk sarebbe spinta al rialzo dai rumors sulle trattative avanzate con il gigante cinese CATL per dotare di batterie senza cobalto le auto elettriche Model 3 prodotte nella factory di Shanghai.

L’indiscrezione avrebbe suscitato molto interesse sul titolo, dato che porterebbe il colosso mondiale dell’Automotive elettrico all’implementazione di nuove batterie LFP (batterie al litio-ferro- fosfato), e dunque alla sostituzione di quelle costituite da nichel- cobalto- alluminio (NCA). Questo ridurrebbe sostanzialmente i costi di produzione per la nuova gamma di veicoli in Cina.

Il cobalto è anche sotto accusa per motivi etici, in particolare per lo sfruttamento dei minatori – spesso bambini – nel Congo. Proprio Tesla, insieme ad Apple, Microsoft, Alphabet e Dell, di recente è stata denunciata da una ong negli Stati Uniti con l’accusa di avere consapevolmente impiegato cobalto insanguinato.

Dal punto di vista grafico, nel listino di Wall Street il titolo è tornato a vedere quota 900 dollari, rimettendo così nel mirino la quotazione dei 1200 dollari ritenuta congrua dagli analisti di Morgan Stanley, e, come nel nostro listino, continua ad esplorare i suoi massimi di sempre.

ALERION

All’ultimo gradino del podio è ALERION, in rialzo del 11,90% a 6,02. 

La società italiana attiva nel settore della produzione di energia rinnovabile, ed in particolare in quello eolico, continua a collezionare rialzi in doppia cifra da lunedì 17.

Il rialzo odierno termina proprio sulla resistenza dei 6 euro, con prossimi target in area 6,50 prima e 7,00 poi.

BANCO MONTE DEI PASCHI DI SIENA

Fuori podio è anche da segnalare il rialzo di BANCO MONTE DEI PASCHI DI SIENA (+11,46%) a 2,11. A spingere al rialzo le azioni della banca toscana sono le parole del ministro dell' economia Roberto Gualtieri, che si è detto fiducioso circa un’approvazione da parte della Commissione europea dell'operazione di de-risking della banca in tempi rapidi. 

“Stiamo discutendo con la Commissione europea su meccanismi ulteriori di pulizia dei credito deteriorati. La soluzione sara' di mercato e nei tempi previsti. Siamo fiduciosi che sara' un’operazione che si concludera' positivamente”, ha detto il Ministro Gualtieri.

Le prossime resistenze del titolo sono poste in area 2,50/60 prima e 3 poi.

IL PORTAFOGLIO LOMBARD REPORT

Il nostro portafoglio oggi ha 4/5 in territorio positivo, con variazioni tutte sopra al punto percentuale. Il migliore del giorno è STMICROELECTRONICS (+4,60%), a 29,12, seguito da FALCK RENEWABLES (+2,57%) a 6,18. L’unico di segno rosso è ELICA (-1,38%), a 3,57, che si configura come peggior del giorno.

Nessun commento

Non accontentarti solo degli articoli Free!

Registrati gratuitamente e avrai accesso senza limitazioni ai servizi premium per 3 giorni!

I commenti dei lettori

Non ci sono commenti per questo articolo. Vuole essere il primo a commentarlo?

Lascia un commento