Un altro strattone per uscire dalle sabbie mobili.


Piazza Affari termina la seduta di martedì 24 marzo 2020 in deciso rialzo, con il FTSEMib (+8,69%) a 16.912 punti sui massimi di giornata. I principali indici delle borse europee rimbalzano insieme al nostro listino, con la Germania (DAX +11,49%) a primeggiare su tutti dopo l’annuncio del pacchetto di misure di stimolo di 750 miliardi per mitigare l’impatto diretto della pandemia, contraendo un nuovo debito per la prima volta dal 2013.

Concludevo l’articolo di domenica: https://www.lombardreport.com/2020/3/22/riflessione-di-inizio-primavera/ con “avremo valori azionari talmente a sconto che si profilerà concretamente la possibilità di avere il portafoglio del LombarReport ancora pieno e in guadagno.” e questo rimbalzo tecnico ne è forse la più chiara dimostrazione. Le vendite indiscriminate che hanno invaso tutti i mercati verranno sostituite da acquisti selettivi: con i prezzi delle azioni scesi del 30% o del 40%, le possibilità di trovare asset qualità a valutazioni scontate faranno brillare gli occhi a molti possibili investitori interessati. 

Non appena il numero dei contagiati dovesse confermare il rallentamento in atto, i prezzi di mercato si allontaneranno dai livelli di crisi. Il quadro che si sta formando in questi giorni non è ancora, comunque, un chiaro segnale di ripresa, dato che i titoli per la maggior parte delle società quotate hanno subìto dei grossi deterioramenti a causa della crisi legata al coronavirus.

Ritengo che la peculiarità della situazione richieda un’analisi diversa da quella consueta. Degni di esame, oggi, sono alcuni tra i titoli che hanno messo a segno grossi rialzi in doppia cifra. Prima di iniziare ricordo che nonostante queste risalite si presentino come estremamente allettanti, non sono altro che rimbalzi tecnici. È quindi ancora necessaria molta prudenza, essendo quello attuale un quadro ancora troppo deteriorato. 

Spicca il rialzo di EXOR (+21,60%) a 43,39. Il titolo della società di investimento controllata dalla famiglia Agnelli rimbalza oggi dal pavimento dei 35,68, con prossime resistenze in area 48,30 e successiva 53,20.

NEXI (+17,08%), a 12,06, ha mantenuto il grosso supporto in area 8,55 e questo le ha permesso di superare, in tre sedute, prima area 10,48 poi, con il rialzo odierno, area 11,40. I prossimi target del titolo sono individuabili in prima battuta in area 13 poi a 13,80, dove era stato aperto un altro gap ribassista. 

Ottima giornata anche per ENI, in rialzo del +14,93%. a 8,37. Il cane a sei zampe archivia la seduta in forte guadagno, con prossimi ostacoli a 9,10 e un possibile rimbalzo in area 10,60, dove aveva lasciato un grosso gap nella fase ribassista.

Parliamo infine di FERRARI, (+10,70%) a 138,60. L’analisi del nostro Emilio Tomasini sul cavallino di Maranello è già esauriente, e inserisce il titolo tra quelli papabili a rientrare in portafoglio (ci ha lasciato in occasione della vendita indiscriminata dei titoli, avvenuta ormai un mese fa). I prossimi ostacoli del titolo nella sua risalita sono in area 146,83 e successiva 155.

PORTAFOGLIO LOMBARD REPORT

 La situazione di emergenza che sta colpendo i mercati, europei e non, ha portato allo stop di tutti i titoli presenti in portafoglio. Non appena le circostanze torneranno alla normalità, riprenderemo anche l’analisi dei nostri titoli.

Nessun commento

Non accontentarti solo degli articoli Free!

Registrati gratuitamente e avrai accesso senza limitazioni ai servizi premium per 3 giorni!

I commenti dei lettori

Non ci sono commenti per questo articolo. Vuole essere il primo a commentarlo?

Lascia un commento