Lo scatto “Riscatto” di Piazza Affari


Piazza Affari termina la seduta di oggi giovedì 28 maggio con il FTSEMib in rialzo del 2,46%, a 18.351 punti. I maggiori indici delle borse del Vecchio Continente registrano tutti progressi al di sopra del punto percentuale. Il nostro listino di riferimento riesce ad inanellare l’ennesimo rialzo, che lo porta a ridosso dell’importante resistenza a quota 18.400 (massimo della seduta 18.414). Un importante segnale che ci permette di uscire dal limbo dei 17.500 e che riporta la situazione al mese di marzo, prima che la pandemia da Covid-19 ci facesse regredire ai minimi in area 14.850 punti. 

L’ipotesi di rivedere il nostro listino quotare in quest’area, analizzata nell’articolo di lunedì (https://www.lombardreport.com/2020/5/26/il-rovescio-della-pandemia-buy-in-may/), sembra dunque azzeccata. Ora non resta che valutare se questo ostacolo si tradurrà in una nuova congestione o se costituirà solo un gradino prima del raggiungimento dei valori pre-Covid (come sta accadendo a Wall Street).

A far da carburante, oltre all’avvio completo di tutta l’industria nazionale, è il piano di stimolo da 750 miliardi destinato all’Europa per la ripresa economica (500 miliardi saranno aiuti a fondo perduto mentre 250 miliardi di euro saranno prestiti). Il tricolore dovrebbe beneficiare, in pratica, di un pacchetto composto da 82 miliardi a fondo perduto e 91 miliardi invece a titolo di prestito.

La seduta vede come protagonisti i titoli del settore bancario, che continuano i rialzi dei giorni scorsi. Rimane invece stabile il prezzo del Brent, poco sotto i 35 dollari al barile, che permette comunque modesti rialzi per i titoli petroliferi. Tra i rialzi a doppia cifra spicca quello Salvatore Ferragamo, che trascina con sé anche le principali azioni del lusso. Ed infine, per continuità di analisi del titolo del momento, vi è il rimbalzo di Diasorin.

Per il comparto bancario, a beneficiare della discesa dello spread troviamo MONTE DEI PASCHI DI SIENA (+6,10%) a 1,16, che archivia la seduta con il rialzo più corposo. Prosegue il rialzo anche BPER BANCA (+4,02%) a 2,225, seguita da banco BPM (+3,79%) a 1,16. Tra le big abbiamo UNICREDIT (+3,53%) a 7,66 e INTESA SAN PAOLO (+1,31%) a 1,55. Sembrerebbe da poco emersa la volontà di Unicredit di entrare nel capitare di Ubi Banca con l’obiettivo di mettere i bastoni tra le ruote all’Ops lanciata a febbraio da Intesa Sanpaolo. Come emerge da ‘Il Messaggero’, Unicredit starebbe valutando di acquistare una quota pari al 10% di Ubi.

I titoli del settore petrolifero vedono un’ENI (+0,50%) a 8,49 meno apprezzata rispetto a SAIPEM (+4,96%), a 2,22, e TENARIS (+2,46%), a 5,84.

Il rialzo in doppia a cifra della giornata è quello di SALVATORE FERRAGAMO (+16,28%) a 13,00, in scia al nuovo assetto di governance con un ritorno di Michele Norsa che assumerà il ruolo di vice presidente esecutivo della società. Nel complesso anche gli altri titoli del lusso registrano buoni rialzi: BRUNELLO CUCINELLI (+8,35%) a 29,60 e MONCLER (+5,83%) a 34,87.

In conclusione riporto il rimbalzo di DIASORIN (+5,09%) a 181,80, dopo le ultime prese di beneficio sul titolo dai massimi in area 204,60.

PORTAFOGLIO LOMBARD REPORT 

Il portafoglio Lombard è al momento sprovvisto di titoli. Eventuali aggiornamenti vi saranno forniti nei prossimi giorni.

Nessun commento

Non accontentarti solo degli articoli Free!

Registrati gratuitamente e avrai accesso senza limitazioni ai servizi premium per 3 giorni!

I commenti dei lettori

Non ci sono commenti per questo articolo. Vuole essere il primo a commentarlo?

Lascia un commento