Il Toro scalpita...


Piazza Affari termina la seduta di metà settimana, oggi mercoledì 29 aprile 2020, con lo spunto rialzista iniziato lunedì. L’indice FTSEMib prosegue in progresso del +2,07% a 18.067 punti, sopra l’importante resistenza dei 17.500. Anche le principali borse europee terminano tutte in territorio positivo e sopra ai due punti percentuali.

Dopo il “benestare” di S&P di venerdì 24 aprile, che ha lasciato invariato il rating confermando il BBB con outlook negativo, arriva Fitch a tenerci sull’attenti. Oggi l’agenzia di valutazione del credito ha infatti tagliato il rating sul debito sovrano dell’Italia, portandolo da “BBB” a “BBB-”, quindi all’ultimo livello prima del passaggio tra emittenti speculativi (“junk”). D’altro canto, però, le prospettive sul rating per i prossimi trimestri sono passate da “Negative” a “Stabili”.

Quello che più potrebbe incidere sul sentimento dei mercati, comunque, è quanto verrà comunicato stasera alle ore 20.00 (italiane) dalla FED in materia di politica monetaria. Gli analisti concordano sul fatto che, date le già numerose munizioni sparate dalla FED, probabilmente non verranno prese nuove misure di stimolo: si continuerà piuttosto ad attuare quelle decise finora e a valutarne l‘impatto. Sarà decisivo quanto il Presidente Jerome Powell attribuirà alla durata e all’intensità della recessione, insieme ai punti di vista della FED in merito alla ripresa. Se il riscontro di tali opinioni risulterà pessimistico, i mercati potrebbero scendere a ribasso o viceversa continuare la scalata.

La seduta del nostro listino, in particolare, prosegue con le linee guida dell’avvio di settimana: bene il risparmio gestito, ancora acquisti sulle banche, continua l’altalena del settore petrolifero dopo la forte volatilità registrata dal prezzo del greggio nelle ultime sedute.

Nello specifico il risparmio gestito si mette in luce con AZIMUT (+3,66%) a 16 euro, BANCA MEDIOLANUM (+4,01%) a 5,83 ed infine con BANCA GENERALI, che nelle 3 sedute di questa settimana ha guadagnato circa un +10%.

Il settore bancario termina per lo più in guadagno. Tra le big, UNICREDIT (+2,50%) a 7,37 e INTESA SANPAOLO (+2,29%) a 1,48.

Concludiamo con i petroliferi, che oggi registrano decisi rialzi in questo clima delicato per il comportato del greggio. ENI rimane dimensionata con un progresso del +3,14% 8,957; performance invece leggermente migliori per SAIPEM (+5,56%) a 2,3360 e TENARIS (+5,85%) a 6,37.

Sui titoli in Wachlist di Lombardreport.com vi rimando al video pubblicato ieri dal nostro Emilio Tomasini, che ha passato in rassegna alcuni titoli che ci solleticano in questa ripresa dei mercati: https://www.lombardreport.com/2020/4/28/video-commento-e-segnalazioni-aquafil-azimut-e-saes-getters-sugli-scudi/ 

PORTAFOGLIO LOMBARD REPORT

Sono state vendute a mercato ieri DIGITAL BROS e NEXI, entrambe in guadagno. Il portafoglio, tuttavia, ha visto altre due new entry dare il cambio a quelle uscenti. Il nostro portafoglio, composto oggi dunque da tre titoli, termina nella sua interezza in territorio negativo.

Nessun commento

Non accontentarti solo degli articoli Free!

Registrati gratuitamente e avrai accesso senza limitazioni ai servizi premium per 3 giorni!

I commenti dei lettori

Non ci sono commenti per questo articolo. Vuole essere il primo a commentarlo?

Lascia un commento