Ancora incognite sul futuro dei mercati.


Inizio di settimana altalenante per Piazza Affari, che in questo martedì 5 maggio tenta di attenuare i due forti ribassi di ieri e di venerdì. Il FTSEMib termina sui massimi di giornata in rialzo del +2,06% a 17.387 punti; il rialzo sui due punti percentuali è condiviso anche dal resto degli indici europei.

Ad incidere maggiormente sulla seduta appena conclusa sono gli indici americani, che aprono al rialzo sulla scia di un rimbalzo del greggio. Quest’ultimo è dovuto ad un allentamento delle misure di lockdown e alimenta la speranza di una ripresa della domanda del petrolio. I due forti ribassi appena passati, indice di una cautela che non va comunque abbandonata, hanno permesso ai mercati di rifiatare dopo i rialzi delle ultime settimane.

Il mercato si trova ora a fare i conti da un lato con le misure prese a sostegno dell’economia, che per loro natura lo trainano al rialzo, e dall’altro con i dati economici che saranno pubblicati a giorni per riassumere il trimestre appena concluso. 

È vero che le borse del Vecchio Continente hanno già scontato gran parte di uno dei peggiori scenari che potevano profilarsi, e la ripresa dei mercati ne è la dimostrazione. Sarà importante, comunque, valutare quanto l’allentamento del lockdown si dimostrerà propedeutico per il sistema economico o quanto, invece, potrà risultare troppo precoce nell’eventualità in cui il numero dei contagi aumentasse nuovamente. In questo caso si dovrà ripartire da capo, con tutti i contro che ne potranno derivare. 

Protagonisti della seduta di oggi i titoli energetici e petroliferi, tra cui spiccano ENI (+5,80%) a 8,687 e TENARIS (+4,80%) a 6,33. 

Brillano meno le banche, con la sola INTESA SANPAOLO a registrare un deciso rialzo di +5,45% a 1,45 sulla trimestrale estremamente positiva che batte le attese degli esperti. Nello specifico i dati mostrano un utile netto pari a 1.151 milioni di euro, in crescita del 9,6% rispetto al 2019, che permette alla banca torinese di raggiungere l’88% dell’obiettivo previsto per l’intero quadriennio del piano di impresa 2018-2021. 

Tra le altre troviamo UNICREDIT (+0,32%) a 6,65, riunitasi oggi in consiglio di amministrazione per l’esame dei risultati del primo trimestre del 2020 i cui dati verranno pubblicati nella seduta di domani. 

PORTAFOGLIO LOMBARD REPORT

Per quanto riguarda il portafoglio Lombard Report, il numero dei titoli è sceso a due dopo le ultime vendite degli scorsi giorni che hanno portato i titoli in stop. Le variazioni di oggi sono comprese tra il -0,25% e il +3%.

Nessun commento

Non accontentarti solo degli articoli Free!

Registrati gratuitamente e avrai accesso senza limitazioni ai servizi premium per 3 giorni!

I commenti dei lettori

Non ci sono commenti per questo articolo. Vuole essere il primo a commentarlo?

Lascia un commento