Wall Street sale, l'Europa rimane a guardare


Piazza Affari termina la seduta di oggi giovedì 21 gennaio 2021 in flessione, con il FTSEMib (-0,98%) a 22.429 punti. Ribassi più contenuti per il resto dei principali indici del Vecchio Continente, ad eccezione di Madrid che cede il -1,00%. Francoforte arretra dello -0,11%, Londra dello -0,37% ed infine Parigi dello -0,67%.

All’indomani dell’insediamento della nuova presidenza Usa capitanata da Joe Biden, I listini europei ripartono in territorio positivo per poi perdere slancio e dirigersi in territorio negativo, incuranti dell'andamento di Wall Street che tocca nuovi massimi storici. Nel pomeriggio abbiamo assistito anche all’intervento di Christine Lagarde, che, in linea con le previsioni, ha mantenuto invariati i tassi. Ha così tenuto fede all’orientamento molto accomodante della sua politica monetaria dato che le prospettive dell’economia europea sono ancora impattate dagli effetti della pandemia. 

Nello specifico, la seduta della piazza milanese ha visto i titoli bancari seguire il trend del listino principale. Prevalgono le vendite anche sui titoli del settore petrolifero in scia al calo del prezzo del petrolio. Segno positivo invece per i titoli del lusso dopo che Ferragamo Finanziaria, la holding di controllo del marchio del lusso, ha comunicato un ricambio ai vertici con l'uscita del manager storico Giuseppe Anichini e l'ingresso di Claudio Costamagna.

Fra i bancari, in genarale al ribasso, le big terminano in flessione: UNICREDIT (-1,28%) a 8,00 e INTESA SANPAOLO (-0,48%) a 1,91. Calo anche per BPER (-1,76%) a 1,62 e MPS (-1,01%) a 1,08. 

Tra le performance peggiori dei petroliferi troviamo SAIPEM (-4,80%) a 2,20 e TENARIS (-3,21%) a 6,52. Ribasso corposo ma più contenuto invece per ENI (-2,62%) a 8,66. 

Nel lusso primeggia il rialzo di SALVATORE FERRAGAMO (+6,05%) a 16,13 sulle attese che il cambio di governance possa innescare nuove trattative in materia di M&A. Il denaro si riflette anche sugli altri titoli del comparto, con TOD’S (+2,06%) a 26,78, BRUNELLO CUCINELLI (+1,75%) a 34,84 e MONCLER (+1,89%) a 49,59.

Segnalo anche un ritorno di interesse su DIASORIN (+1,52%) a 173, che negli ultimi giorni, in concomitanza con la notizia della riduzione delle dosi e i successivi ritardi della compagnia vaccinale anti Covid-19, ha segnato dei modesti rialzi.  

PORTAFOGLIO LOMBARD REPORT

Il Portafoglio Lombard riguardante le "AZIONI ITALIANE BREAKOUT” termina con ENEL in flessione del -1,39%  a 8,45. Anche l’altro buy del 14 dicembre, esclusiva dei nostri abbonati finché non entreranno altri titoli in portafoglio, termina in ribasso di circa lo -0,50%.

Non accontentarti solo degli articoli Free!

Registrati gratuitamente e avrai accesso senza limitazioni ai servizi premium per 3 giorni!