Previsioni di Borsa con le Onde di Elliott e Fibonacci

Previsioni di Borsa con le Onde di Elliott e Fibonacci

Piano Bar di Virginio Frigieri                                                                                      31/03/2019

Previsioni di Borsa : Bond USA rendimenti e prezzi

La scorsa settimana avevamo previsto che il modello d’onda sul trentennale americano potesse aver bisogno ancora di un pò di allungo per terminare l’onda 2 ed avevamo dettagliato con due diverse metodologie (Fibonacci e la tecnica di channeling di Jeffrey Kennedy) i target più probabili per la conclusione dell’onda 2. I prezzi hanno effettivamente centrato in pieno sia il target di Fibonacci che l’altro metodo, visto che con le trendline non è possibile dare un prezzo esatto; noi sappiamo che una volta individuato il canale di terminazione l’onda quinta andrà a concludersi o a ridosso della mediana di canale (come è stato) o a ridosso della trendline superiore per un trend al rialzo (inferiore per un trend al ribasso). La trendline superiore l’avevamo scartata a priori poichè con quell’inclinazione sarebbe terminata troppo in alto ed avevamo puntato sulla trendline centrale.  Avevamo infine evidenziato in azzurro le due zone  più probabili per la conclusione di onda 2. Sotto ho accostato i due grafici in uno solo e questo è quello che è successo.

Oggi iniziamo quindi dai Bond americani: visto come sono andate le cose graficamente (avvallate anche dal grafico a due ore in cui l’onda [c] appare in tutto il suo splendore), tenuto conto che sul Daily Sentiment Index si è toccato, nella seduta di giovedì, il 93% di tori, e tenuto conto che sei chiusure al rialzo sulle obbligazioni non si vedevano da 16 mesi, ci sono tutte le condizioni che accompagnano di solito l’esaurimento di un trend e quindi la nostra conclusione, anche se nessuno sembra pensare che questo sia possibile, è che la tendenza sta girando nuovamente sul trend principale che è ribassista da diverso tempo, e pertanto i prezzi delle obbligazioni scenderanno, con l’onda 3, mentre aumenteranno i rendimenti.

Previsioni di Borsa : Indici Azionari USA

Nessuna novità di rilievo sugli indici azionari americani che hanno passato la settimana lateralizzando sulle barre di giovedi e venerdi della settimana precedente. L’onda 2 tecnicamente è terminata ma non c’è ancora una significativa rottura al ribasso per poter dire che siamo in onda 3, per cui restiamo alla finestra.

Previsioni di Borsa : Dollar Index e EUR/USD

Il Dollaro sembrerebbe alfine impostato per puntare sopra quota 100. Aspettiamo conferme. L’Euro di contro dovrebbe scendere.

Previsioni di Borsa : Oro e Argento

L’oro come da programma ha iniziato la terza gamba (onda [c])  che andrà a concludere la (B). La successiva onda (C) al rialzo dovrebbe raggiungere quel target che inseguiamo da tempo sopra 1.400 chiudendo la [B] di grado primario. Molto meno chiaro il quadro tecnico sull’argento che mantiene un andamento ondivago.

alla prossima

Note:

La Bibbia delle Onde di Elliott è a questo link:

http://www.tradinglibrary.it/scheda-libro/frost-a-j-prechter-robert-r-jr/la-teoria-delle-onde-di-elliott-9788888253213-135907.html

La nomenclatura dei vari gradi d’onda è riportata sotto: le onde “cerchiate” della nomenclatura originale di Elliott sono rappresentate per una questione di praticità racchiuse tra parentesi quadre.

2 Commenti

I commenti dei lettori

2 Commenti

  • Virginio Frigieri
    01 Apr 2019

    Si, non ce ne sono una infinità, ma se non si vuole andare con piattaforme su future o CFD, si possono usare questi ETF:
    BOOST US TREASURIES 10Y 3X SHORT DAILY IE00BKS8QT65
    BOOST US TREASURIES 10Y 5X SHT DAILY ETP IE00BYNXPJ70
    BOOST US TREASURIES 30Y 3X SHT DAILY ETP IE00BF4TW784

    Sul decennale c'è la possibilità di scegliere tra una leva 3 e una leva 5, mente sul trentennale c'è il terzo con una leva 3. Se si va sul sito www.borsaitaliana.it e nella finestrella di ricerca si incollano uno alla volta i tre codici ISIN sopra indicati si aprono le schede tecniche di ciascun prodotto e lì trova tutta la documentazione. Se si osservano i grafici dei tre strumenti si nota chiaramente come abbiano lavorato bene. Infatti da ottobre ad oggi durante il rialzo dei prezzi di onda 2, tutti e tre gli strumenti sono scesi decisamente accentuati dalla leva. Ora se inizia l'onda 3 al ribasso i tre dovranno etf gioco forza risalire. Vale comunque la pena ricordare che gli ETF short a leva fissa con replica giornaliera, nel tempo subiscono l'effetto "compounding", per cui se il mercato lateralizza si possono avere sgradite sorprese pur essendo dalla parte giusta. Questo è il motivo per cui tendo a non consigliare gli ETF con leva fissa a replica giornaliera. Aggiungo poi di usare la leva, non per aumentare l'esposizione e quindi il rischio, ma sempre e solo per ridurre l'impiego di capitale esposto a rischio. Quindi se il suo "lotto medio" di investimento su uno strumento finanziario è supponiamo di 10.000€, l'investitore prudente ne mette 3.300 su un prodotto a leva 3 e 2.000 su un prodotto a leva 5.
    Saluti

  • Raffaele Z.
    31 Mar 2019

    Esiste un ETF short sul Bond americano per poter seguire il movimento, che potrebbe gentilmente suggerire, PLS ?

Lascia un commento