Dall'aperitivo al trading. Con uno sguardo un pò indietro


Buon sabato a tutti! E' stato un piacere da parte mia scambiare due parole con alcuni di voi nell'incontro tenutosi a Torino. Era da mesi che per i miei mille impegni non riuscivo a dedicarmi una serata in totale relax come quella di Giovedì. Per un attimo mi sono ricordato di quando ho iniziato ad appassionarmi alla finanza e facevo follie per girare in lungo e in largo l'Italia (e NON SOLO QUELLA !!) per poter partecipare a meeting di questo tipo. Incontri in cui si entra con uno zaino vuoto e ciascuno di noi, sottoscritto compreso,  porta a casa ciò che gli serve, come dice sempre una persona che conosco e che stimo. E con l'aperitivo direi che abbiamo unito le fatiche del trading alle gioie del palato, non è vero? Un pò di scalping tra l'ottimo parmigiano, una fetta di prosciutto ed un buon bicchiere di vino. Quale miglior modo per iniziare una piacevole serata dedicata alla nostra Musa? Però mi raccomando: visto che hanno inventato il bastoncino per fare i selfie, non portatevi la canna da pesca per i prossimi eventi !

E' stata una settimana senza particolari spunti operativi (o troppi tutti insieme?), al di fuori dei titoli che Vi ho segnalato sabato scorso e della "nota integrativa" della mia watchlist nella giornata di Martedì. Sicuramente molte operazioni sono state frutto anche del newsflow che Vi avevo indicato al termine del mio articolo di sabato scorso. Ad ogni modo vediamo subito come è andata a finire. 

Banca Montepaschi

Il titolo della banca senese ha rotto abbastanza bene i livelli da me indicati nell'articolo di sabato scorso a cui Vi rimando (https://www.lombardreport.com/2019/5/11/pausa-di-riflessione-2/): minimo storico a 1.192 "eventualmente filtrabile a 1.20", avevo scritto. Qui sotto trovate il bigino col riassunto settimanale della favola (o incubo per i long ?!?). A sinistra il grafico daily e a destra il grafico a 30 minuti di tutta l'ottava (le barre verticali delimitano i giorni settimanali). Naturalmente la rottura decisa è stata favorita dal repentino incremento dello spread di cui avevo parlato ("si flirta in area 270/275 e quindi le banche risultano ancora debolissime").

BITCOIN 

Scrivevo sabato scorso:

Altra cosa che non Vi ho segnalato nelle settimane passate è stata la ripresa del bitcoin: da 4000 a 6000 contro euro. Lo faccio adesso. Forse per trasferire ricchezza su un porto sicuro? Ma il BTC cos'è alla fine? Se non ci si può fidare nemmeno dell'exchange!.....Peccato perchè fosse stato un titolo sarebbe stato un trade facile facile...facillimo! Un rigore a porta vuota senza portiere. 

Vi risparmio la fatica di confrontare i grafici, che pubblico nuovamente. Sabato scorso eravamo qui (grafico daily):

e in settimana abbiamo sforato ABBONDANTEMENTE i 7000 punti. Quando un grafico è bello c'è poco da fare: mi sembra di fare surf nell'oceano. Guardate dov'è arrivato in settimana (grafico daily):

Adesso Vi faccio ridere. Avevo scritto " Ma il BTC cos'è alla fine? Se non ci si può fidare nemmeno dell'exchange!"....

...beh, è di oggi (venerdì 17Maggio) la notizia della chiusura di uno dei più noti exchange: Cryptopia ! E questo spiega il crollo verticale nella seduta di venerdì 17. Purtroppo spesso e volentieri si pensa di diventare ricchi col trading, ma la dura realtà è che si tende sempre a fare i conti senza l'oste, cari amici. E' già difficile guadagnare, figuriamoci quando il proprio broker viene hackerato !

Non chiamatemi menagramo però

Ora credo capiate a cosa mi riferissi. Peccato, perchè ci sarebbero state altre belle (e facili) occasioni sulle crypto (ETH, XRP), ma non mi dilungo oltre. 

NEXI

L'avevamo lasciata così:

Dove sarà andata a finire nell'ultima ottava? SEXY NEXI mi viene da dire. E il bello è che siamo vicini al massimo del collocamento (8.80). L'ideale sarebbe congestionasse un pò. Vedremo comunque nei prossimi giorni. 

Nel mio update di Martedì scorso avevo aggiunto alla mia watchlist altri possibili temi.

EXPERT SYSTEM

Il grafico si presentava così:

Nella seduta di mercoledì gap up del 3.2% in open con estensione dei prezzi ben oltre 2.30 (2.39 per esattezza, quindi con un rialzo superiore al 10% che è grasso che cola per un intraday trader, consentitemi il termine). E' poi seguita una fase di ritracciamento e di copertura del gap, ma direi che era uno di quei trade abbastanza facili. Il problema talvolta è che nella stessa giornata (o meglio: nello stesso momento) si presentano più cose da seguire e tutte contemporaneamente. E questo comporta inevitabilmente una scelta in the blink of an eye (in un batter d'occhio). EXSY SEXY anche in questo caso!

Neosperience

Ragazzi, questo è stato un missile, per fortuna non lanciato da Rocket man. Una nuova esperienza in tutti i sensi! Finalmente sta stornando un pò: da 14.30 a 9.00 in tre giorni. Qui si ha a che fare con materiale estremamente pericoloso....ma dovesse mai arrivare velocemente e in giornata a 8.20 prima e 7.50 poi valuterò una potenziale pesca d'altura (tutto in stop tassativo market on close sotto 6.60). Naturalmente senza grandi velleità, ma di solito i razzi seguono una loro orbita. 

Vetrya

E' una società attiva nello sviluppo di servizi digitali, applicazioni e soluzioni broadband. Quotata sull'AIM, capitalizza circa 46 milioni di euro. Nel 2018 ha avuto ricavi consolidati in aumento dell'1% rispetto al 2017, con un risultato netto in crescita del 25%: da 2.4 a 3.04 milioni di euro. Vetrya ha investito un milione di euro nell'IPO di Neosperience con l'obiettivo di creare una partnership. Dario Melpignano, ad di Neosperience, ha dichiarato: vediamo in questa intesa un grande potenziale, anche in considerazione del valore aggiunto che insieme possiamo creare attraverso il network delle società partecipate, in particolare nei settori dell’Insurtech e della blockchain.

In un grafico settimanale e giornaliero notiamo come il titolo stia congestionando tra 6.60 e 7.65 euro. I volumi scambiati tendono ad aumentare nei giorni di rialzo e a diminuire in quelli di ribasso. Una eventuale rottura di area 7.50/7.65 porterebbe ad un target teorico attorno a 8.50/8.60 euro, molto vicino ai massimi del collocamento. Aggiunta in watchlist.

BIESSE

Questo era il grafico che mi aveva acceso la lampadina nel mio update di Martedì: semaforo rosso e direzione verso il polo (sud) !

Avevo indicato come critica la rottura di 15.80. Effettivamente, come potete notare, c'è stata una discreta accelerazione al ribasso, fino ad un minimo toccato giovedì at 14.37 euro (-9% dal livello), con una chiusura settimanale a 14.94 euro. Ricordo una domanda che è stata posta ad un collaboratore nel meeting di Torino e ne approfitto per far presente che a me piace analizzare il mercato sia in ottica long che in ottica short. Ogni cavaliere ha la sua arma ed un trader deve averle entrambe, questo a mio modesto parere. Sempre eclettici e vulcanici! Naturalmente nulla vieta di preferirne una piuttosto che un'altra. Qui sotto quello che è poi capitato a Biesse.

Bio On

Il titolo Bio On è stato meno facile rispetto al precedente, ma mi ha comunque offerto un discreto trade. Per ora non ho più livelli particolari, ma continuerò a seguirla. Da 50 a 47 comunque, peccato lo abbia fatto in una barra.

Detto questo, non mi dilungo oltre. Purtroppo lunedì avremo mille stacchi dividendi. Anzi, ad essere precisi 75. Questo inevitabilmente creerà problemi per i vari software che non sempre rettificano subito lo stacco. Ci vorranno un paio di settimane e tutto tornerà alla normalità. Sarà mia premura farVi un breve update non appena avrò sentore di qualche spunto interessante come quelli menzionati in questo articolo. Le società che staccheranno sono:

Ad maiora !

PNA

(L'autore del presente articolo non è iscritto all'ordine dei giornalisti e potrebbe detenere i titoli oggetto dei suoi articoli)

Nessun commento

I commenti dei lettori

Non ci sono commenti per questo articolo. Vuole essere il primo a commentarlo?

Lascia un commento