Indizi per un rimbalzo in arrivo ???


Care lettrici e cari lettori Lombard, oggi è stata un'altra giornata di passione sul mercato. Riprendendo il mio articolo di sabato scorso ("fai trading su ciò che vedi, non su ciò che pensi !") segnali veri e propri di inversione non ce ne sono. Ad ogni modo A SENSAZIONE penso che ci sarà presto un rimbalzino. Scrivo questo perchè oggi ho visto passare qualcosa come 250 FIB per cinque o sei volte. Apertura di posizioni long? NON LO SO! Chiusura di posizioni short? NON LO SO! Però, a mio modo di vedere, è comunque un buon segnale in entrambi i casi. Questo è corroborato dal fatto che su qualche titolo "driver" sono stati ritarati gli algoritmi in acquisto. Talvolta c'è qualche venditore dell'ultimo minuto, ma si tratta più di casualità che altro.  A questo aggiungo che c'è stato qualche shake out generalizzato sugli alberi grossi. Il BTP è stato comprato tutto il giorno (o quasi). 

Vedremo domani, ma qualche indizio comunque c'è...uno screening su qualche grafico che ho seguito in giornata, a riprova di quanto scritto sopra.

FCA 

Gap quasi chiuso. Riflettevo sul fatto che qualcuno è stato fortunatissimo: ha incassato il corposo dividendo ed ha avuto la possibilità di uscire dal titolo in ulteriore gain lunedì di questa settimana. Altri invece immagino siano rimasti incagliati sullo scoglio. 

STM

Idem come sopra (FCA): chiusura gap e comprata nel pomeriggio.

BTP future

Comprato durante tutta la seduta. Questo ha favorito il restringimento dello spread.

UNICREDIT

Inizialmente debolissima, hanno tarato gli algo solo in acquisto in tarda mattinata, in concomitanza degli acquisti di FIB.

Ci vediamo domani a Milano! Buona serata a tutti

Ad maiora !

PNA

(L'autore del presente articolo non è iscritto all'ordine dei giornalisti e potrebbe detenere i titoli oggetto dei suoi articoli)

4 Commenti

I commenti dei lettori

4 Commenti

  • Pier Nicola A.
    31 Mag 2019

    Si figuri Enrico. Sicuramente l'argomento può essere molto più complesso ed approfondito, ma in linea di massima la "ratio" è quella descritta. Un cordiale saluto e buon fine settimana

  • Enrico B.
    31 Mag 2019

    Grazie, per la risposta.

  • Pier Nicola A.
    30 Mag 2019

    In generale il future (nel caso specifico penso alle azioni e quindi al FIB) non è altro che l'indice capitalizzato ad una specifica scadenza ad un tasso risk free o privo di rischio. Per questo, come nel caso delle azioni, il derivato quota sempre un po' di più rispetto al cash. Questo è sempre vero tranne che per la scadenza giugno visto che ci sono gli stacchi dividendi (che il derivato ha incorporati ma che incideranno sui punti di indice). Chi opera a benchmark (un fondo ad esempio) in certe fasi (ad esempio dati macro) non ha modo di replicare il paniere e quindi acquistare (o vendere) ciascun titolo per il peso che lo stesso ha all'interno dell' indice e quindi compra (o vende) direttamente il derivato (non fosse altro che per un discorso di prezzi). Il future BTP è un contratto a termine relativo ad operazioni di acquisto/vendita di una data quantità di BTP ad una data futura ad un prezzo prefissato al momento del contratto. Ad ogni modo la salita del BTP future normalmente porta acquisti generalizzati specialmente dai 10 anni in su (naturalmente in caso di barre di un certo tipo, non di 10 punti di derivato). Ad un certo punto interverranno gli arbitraggisti che andranno a vendere future per comprare il sottostante. Un saluto

  • Enrico B.
    30 Mag 2019

    Scusa, sul BTP future hai detto: "Comprato durante tutta la seduta. Questo ha favorito il restringimento dello spread". Siamo sicuri che l'acquisto o vendita di un future in questo caso BTP, vada ad incidere sul sottostante? Puoi spiegare precisamente in che modo?

Lascia un commento