Piano Bar : Quadro Tecnico del 2019-06-23

Previsioni di Borsa con le Onde di Elliott e Fibonacci

Piano Bar di Virginio Frigieri                                                                                   23/06/2019

Previsioni di Borsa : Indici Azionari USA

L’S&P500 segna un nuovo massimo e il Dow Jones è ad una manciata di punti dal massimo di ottobre. Se, come abbiamo etichettato, si tratta di onde D queste dovrebbero essere agli sgoccioli perchè la successiva onda E tirerà al ribasso e che ribasso: il target di onda E è un pò al di sotto dei minimi di onda C che sul Dow Jones era stato 21.712 punti.

Ci sono poi una serie di mancate conferme tra indici azionari che non promettono nulla di buono. Se osserviamo ad esempio l’indice S&P600 delle small cap, rispetto al fratello maggiore (S&P500)  presenta una divergenza molto ampia, come potete osservare nel terzo grafico, che rappresenta un forte segnale ribassista.

Il Nasdaq Composite è un altro indice che non ha confermato il nuovo massimo dell’S&P500. I prezzi sono risaliti fino a 8088,80 il 20 giugno e si sono mossi lateralmente venerdì. Se il massimo di giovedì fosse la fine di onda 2 allora potremmo essere in presenza di un’onda 3 nascente.

Previsioni di Borsa : Bond USA rendimenti e prezzi

L’ottimismo degli investitori rimane elevato nei confronti del trentennale americano che in corrispondenza del massimo di giovedì. Ha toccato il 90%. Il fatto che per la seconda volta i prezzi abbiano superato la mediana del canale di terminazione, suggerisce che il rally sia in fase di esaurimento. Se sarà così il primo obiettivo di prezzo si colloca attorno a 152.

Previsioni di Borsa : Dollar Index e EUR/USD

Il Dollar Index ha rotto al ribasso la trendline prefigurando lo scenario di un’onda ( C) terminata con un ending diagonal come avevamo commentato negli articoli precedenti a questo punto se cede il minimo di onda (B) noi chiuderemo le posizioni lunghe sul dollaro.

Previsioni di Borsa : Oro e Argento

La strappata al rialzo dell’oro, con chiusura sopra a 1366,38$ pone fine ad ogni scenario alternativo. Dopo quattro anni e mezzo di oscillazioni avanti e indietro l’oro si appresta finalmente a chiudere l’onda [B] di grado primario. Il target minimo dell’onda (C) in corso si colloca attorno a 1430$, ma c’è spazio anche per una estensione verso 1.490-1.500. Intanto alziamo lo stop a 1.303.

L’argento ha continuato la sua spinta verso l’alto iniziata col minimo del 28 maggio. Ancora una volta decodificare il modello d’onda corretto per l’argento è piuttosto complicato. Il movimento sviluppato dal 28 maggio potrebbe essere un semplice a-b-c, nel qual caso sarebbe finito o quasi, ma il fatto che il movimento rialzista sull’oro abbia ancora margine di crescita, mi spinge a dire che probabilmente quello che si sta sviluppando sull’argento è qualcosa di più complesso destinato almeno a superare il massimo di onda A portandosi verso 16,50, ma un opinione forte su quello che accadrà nelle prossime sedute francamente non ce l’ho. Vediamo se fra una settimana si sarà chiarito qualcosa.

alla prossima

Note:

La Bibbia delle Onde di Elliott è a questo link:

http://www.tradinglibrary.it/scheda-libro/frost-a-j-prechter-robert-r-jr/la-teoria-delle-onde-di-elliott-9788888253213-135907.html

La nomenclatura dei vari gradi d’onda è riportata sotto: le onde “cerchiate” della nomenclatura originale di Elliott sono rappresentate per una questione di praticità racchiuse tra parentesi quadre.


Nessun commento

I commenti dei lettori

Non ci sono commenti per questo articolo. Vuole essere il primo a commentarlo?

Lascia un commento