Previsioni di Borsa con le Onde di Elliott e Fibonacci


Previsioni di Borsa con le Onde di Elliott e Fibonacci

 

Piano Bar di Virginio Frigieri                                                                                       11/08/2019

Indici Azionari USA

Questo fine settimana gli analisti di EWI si sono scatenati nella valutazione degli scenari alternativi. E se fosse questo? e se fosse quell’altro? E se l’onda D non fosse finita?. Se per gli amanti della materia queste valutazioni rappresentano una  vera sfida intellettuale, al lettore medio questo tipo di disamine rischiano di confondere le idee oltre ad essere abbastanza faticose da seguire. Io finchè non si verifica qualcosa di anomalo preferisco andare liscio sulla soluzione più semplice e probabile aspettando che sia il mercato ad invalidare il modello e dirci che stiamo contando male. Ad oggi di anomalo francamente non c’è niente. Tutti e tre gli indici stanno andando a testare il livello di ritracciamento del 61,8% che per quanto mi riguarda è normale. Qualcuno c’è più vicino qualcuno un po’ più distante. Il Nasdaq per esempio ritracciando il 61,8 % chiuderebbe anche il primo dei due gap che si sono aperti nella discesa. Poi se gli indici continueranno a salire è chiaro che il problema ce lo dovremo porre, ma non oggi. Se il modello che stiamo seguendo sarà invalidato ce lo dirà il mercato.

Previsioni di Borsa : Bond USA rendimenti e prezzi

Non più tardi di qualche giorno fa i giornali americani titolavano che non c’era nulla che potesse fermare il calo dei rendimenti, ma se osserviamo il grafico dei rendimenti del trentennale americano vediamo chiaramente cosa fermerà il declino: un bel cinque onde ribassista completato o quasi.

Come si vede dal grafico sopra l’onda [v] ha le carte in regola per potersi considerare conclusa, poi può darsi che serva una ulteriore suddivisione per un affondo finale leggermente più in basso del minimo attuale, ma alla fine siamo comunque nelle battute finali. I prezzi naturalmente sono nella situazione uguale e contraria, quindi dovrebbero riprendere presto la strada del ribasso come da grafico sottostante.

Previsioni di Borsa : Dollar Index e EUR/USD

E’ tempo di rimettere un po’ d’ordine anche sui conteggi del Dollar Index. Sotto il grafico weekly e a seguire il Daily.  Visti i tiramolla degli ultimi periodi, stringiamo lo stop a 96.95 in modo da garantirci comunque un un uscita non in perdita. L’euro in caso di discesa del dollaro ovviamente salirà.

Previsioni di Borsa : Oro e Argento

Dell’oro abbiamo già dato ampi dettagli venerdì per cui rimetto il solo grafico Daily del precedente articolo in cui abbiamo individuato un possibile target a 1591 +/- 5 $. Tengo comunque a sottolineare che una spinta in quella zona non è un requisito necessario per la conferma del modello d’onda. Tutti i requisiti necessari alla struttura d’onda che stiamo etichettando sono già stati verificati. Ne consegue che in questi casi è meglio stringere lo stop loss che si potrebbe mettere osservando il grafico a 1 ora a 1480 e se vorrà strappare ancora ben venga, altrimenti chiudiamo. Oppure se si vuole stare con un pò di margine in più, posizionarlo a 1.450.

Anche qua si potrebbero avanzare letture leggermente diverse che porterebbero il target possibile poco sopra 1.600, ma è inutile confondere le idee ai lettori con troppe interpretazioni per lo stesso discorso con cui abbiamo aperto il report. Sempre molto forte l’argento su cui però troppe mani forti che lo manovrano rendono più difficile azzardare delle previsioni.

alla prossima

Note:

La Bibbia delle Onde di Elliott è a questo link:

http://www.tradinglibrary.it/scheda-libro/frost-a-j-prechter-robert-r-jr/la-teoria-delle-onde-di-elliott-9788888253213-135907.html

La nomenclatura dei vari gradi d’onda è riportata sotto: le onde “cerchiate” della nomenclatura originale di Elliott sono rappresentate per una questione di praticità racchiuse tra parentesi quadre.


Nessun commento

I commenti dei lettori

Non ci sono commenti per questo articolo. Vuole essere il primo a commentarlo?

Lascia un commento