In scia a Wall Street si cercano nuovi massimi.


Piazza Affari termina la seduta di oggi giovedì 16 gennaio in positivo con il FTSEMIb (+0,74%) a 23.940 punti, in scia all’apertura rialzista di Wall Street il giorno seguente alla firma dell’accordo di fase 1 tra USA e Cina. Gli indici delle altre principali borse europee terminano con variazione perlopiù con segno verde, ma tutte sotto il nostro progresso odierno.

Al vertice tra i titoli più performanti di questa seduta ritorna EEMS, in rialzo del 18,41% a 0,119. Il gruppo internazionale, il cui business si diversifica nel comparto dei semiconduttori e nel fotovoltaico, si riaggancia oggi alla performance dell’articolo del 7 gennaio, che lo vedeva in rialzo del 13,48% a 0,101. Difatti stamane ha aperto su questi valori per infrangere la prima resistenza in area 0,102 e chiudere poco sopra la prossima in area 0,1176. Non trovando grossi ostacoli nella salita, il titolo trova prossimo target in area 0,150.

Segue TITANMET (+17,98%) a 0,105. La società d’investimento compie l’ennesimo rialzo in doppia cifra dopo quello dell’8 gennaio, del 20% a quota 0,0792, superando definitivamente la resistenza di area 0,075/0,085 per chiudere sulla successiva a quota 0,105. Il titolo trova prossime resistenze in area 0,146/0,150, che, se infrante, lo vedrebbero indirizzarsi verso quota 0,171.

Ultimo gradino del podio per ASKOLL EVA, in rialzo del 17,05% a 2,30, mossa anche dalla proroga al 2020 del bonus per gli eco-scooter prevista dal Milleproroghe per la mobilità sostenibile. Il leader nella produzione e commercializzazione di e-bike ed e-scooter è immerso dal 6 dicembre nella nuova realtà degli hand push trolley, che gli permette di ampliare la sua offerta anche al di fuori del mercato delle due ruote. Il titolo si ferma oggi tra le due resistenze analizzate il 10 dicembre; da quel giorno ha stornato e mantenuto come supporto l’area di 1,61. Ha poi ripreso quota, complice l’importante slancio del 13 gennaio, data in cui chiuse sui medesimi valori dell’apertura di oggi, in area 2. La chiusura odierna colloca il titolo in prossimità della resistenza di 2,40, che, se infranta, lo porterebbe in prima battuta a 2,62. Superata quest’ultima, l’ostacolo successivo verrà trovato solo a 2,85.

Il portafoglio Lombard non trova spunto per collezionare buoni rialzi, in una seduta relativamente positiva per il nostro listino di riferimento. Il titolo peggiore del giorno è AZIMUT (-1,25%) a 23,68, dopo il debutto ieri come new entry. L’unica a chiudere in territorio positivo, salvo la chiusura piatta di FALCK RENEWABLES invariata a 5,46, è REPLY SPA (+0,49%) a 71,30.

Nessun commento

Non accontentarti solo degli articoli Free!

Registrati gratuitamente e avrai accesso senza limitazioni ai servizi premium per 3 giorni!

I commenti dei lettori

Non ci sono commenti per questo articolo. Vuole essere il primo a commentarlo?

Lascia un commento