Borse, altro scatto sullo sblocco dell’impasse di Trump


Piazza Affari conclude la seduta di oggi martedì 24 novembre 2020 in forte rialzo, con il FTSEMib (+2,04%) a 22.145 punti. Positivi, anche se inferiori al nostro indice di ferimento, tutti i principali indici delle borse del Vecchio Continente: Londra sale del +1,55%, Francoforte del +1,26% ed infine Parigi dello 1,21%.

Chiusura sui massimi di giornata per le borse europee, dopo che gli investitori hanno accolto positivamente il via libera del presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, al processo di transizione per il presidente eletto Joe Biden. Ad alimentare l’euforia data dallo sblocco dell’impasse presidenziale è stato anche l’apprezzamento per la futura nomina come segretario al Tesoro di Janet Yellen, ex numero uno della Federal Reserve. Il rally ha inoltre permesso al Dow Jones di portarsi oltre i 30 mila punti per la prima volta nella storia e di far accelerare tutta l’Europa sul finale.

Un altro traguardo è stato raggiunto questa mattina dopo la chiusura al rialzo della Borsa di Tokyo, che aggiorna i massimi degli ultimi 29 anni, con il progresso del 2,50% a quota 26.165 punti. 

Nello specifico, la chiusura della piazza milanese ha visto brillare i titoli del settore petrolifero, seguiti da quelli bancari con il risiko attivato dalla Crédit Agricole in movimento sul Creval. Positivo in generale anche il comparto energetico, in cui spicca Enel nel giorno in cui la società ha presentato il Piano strategico 2021-2023 e il business plan che guarda già al 2030.

Il clima positivo sul fronte vaccini e la transizione alla Casa Bianca spingono il rally del petrolio ai livelli di marzo: SAIPEM +8,45% a 2,16, TENARIS +6,31% ed infine ENI +3,48% a 8,62.

Si riaccende l’interesse anche sui titoli bancari dopo che CREDIT AGRICOLE (+5,27%) a 9,75 ha lanciato un’OPA sul CREVAL (+1,64%), A 10,93, aprendo il comparto a possibili nuovi movimenti di aggregazione. Buone performance anche per le big: UNICREDIT (+5,06%) a 9,20 e INTESA SANPAOLO (+2,82%) a 1,91. Fuori dal comparto principale, spicca il balzo della BANCA POPOLARE DI SONDRIO (+12,46%) a 2,40.

Bene anche ENEL (+4,18%) a 8,41, in seguito alla già citata presentazione del piano industriale che prevede 40 miliardi di investimenti al 2023. Il colosso elettrico ha definito anche la politica dei dividendi per il triennio 2021/2023, che prevede un dividendo per azione garantito crescente dagli 0,35 euro per azione nel 2020 a 0,43 euro per azione nel 2023.

Prevalgono gli acquisti anche su ATLANTIA (+4,10%) a 15,73, sulla presentazione del Piano economico e finanziario di Aspie della nomina di Enrico Laghi al vertice di Edizione al posto dello storico manager della famiglia Benetton, Gianni Mion.

Balzo anche per AUTOGRILL (+7,51%) a 5,87, dopo aver comunicato che la controllata Autogrill Europe ha raggiunto un accordo per la cessione al gruppo spagnolo Areas del 100% delle proprie attività in Spagna. 

PORTAFOGLIO LOMBARD REPORT

Alcuni ordini BUY LIMIT sono stati lanciati per il Portafoglio Lombard riguardante le "AZIONI ITALIANE BREAKOUT”. Restate collegati per nuovi aggiornamenti.

Non accontentarti solo degli articoli Free!

Registrati gratuitamente e avrai accesso senza limitazioni ai servizi premium per 3 giorni!