Riassunto settimanale e qualche nuova idea


Buona fine settimana a tutti. Direi che abbiamo diversa carne al fuoco e quindi non mi dilungherò in troppi preamboli. 

Sabato scorso, sul nostro indice FTSEMIB40, indicavo come prima area target e psicologica (forse psichiatrica visto che siamo saliti di oltre il 25% dai minimi di inizio novembre e senza indugi!) i 22000 punti e a seguire i 22400, punto di accelerazione rialzista dell'ultima leg dell'anno passato. Scrivevo infatti (articolo: https://www.lombardreport.com/2020/11/21/analisi-settimanale-dei-titoli-e-dell-indice/) :

...notiamo come primo target l'area dei 22400 che rappresenta il punto da cui l'indice aveva avuto l'accelerazione rialzista alla fine dello scorso anno se ben ricordate. Guarda caso quest'area è anche quella da cui c'è stata la fortissima accelerazione ribassista (ADDIRITTURA IN GAP DOWN SUL WEEKLY, cosa che NON SI VEDE PRATICAMENTE MAI!) nel corso del mese di marzo di quest'anno. ​

Il mercato si è comportato come previsto, avendo fatto segnare proprio una serie di massimi consecutivi su quel livello: mercoledì 22370, giovedì 22380, venerdì 22385. Siamo in un bull market e questo è innegabile, ma diventa psicologicamente molto difficile pensare di andare lunghi di indice dopo una corsa del 28% secca. L'abbiamo colta esattamente sui minimi e con estrema precisione temporale, reversando la view da ribassista a rialzista (alert del ribasso il 27 ottobre :https://www.lombardreport.com/2020/10/27/per-il-momento-clicco-su-tasto-ben-preciso/ e alert del possibile squeeze o falso movimento di ribasso del 31 ottobre: https://www.lombardreport.com/2020/10/31/e-iniziato-il-dipinto/ ). Questo indica quanto nel trading (forse anche nella vita?) sia di importanza vitale saper cambiare idea molto velocemente a seconda degli stimoli a cui siamo sottoposti. 

Il mercato è toro ma andrei più alla ricerca di eventuali punti di supporto al momento. All'insù, per il medio periodo, abbiamo un target individuabile a 24000 punti.

Quali sono i punti di supporto?

Prendiamo un grafico a 60 minuti. Come già scritto sabato scorso la logica impone che i supporti siano vecchie resistenze rotte...ma il trend è a 45 gradi ed estremamente lineare e contenuto all'interno di due rette a 45 gradi. Per il momento direi che il primo supporto importante è lontanissimo: 21000 e nel breve vedrei bene i 21700 anche perché c'è un piccolo gap tra 21800 e 22000.

Procediamo con l'analisi dei titoli azionari...MA NON SOLO!

Fiera Milano l'ho persa di vista avendo raggiunto il target indicato. Target che in settimana è stato centrato anche su Eurotech. Ricordate? Articolo del 18/11/2020 https://www.lombardreport.com/2020/11/18/un-paio-di-aggiunte-veloci-veloci-alla-watchlist/

L'azione presentava questo chart che avevo pubblicato:

In settimana faccio notare che si è spinta leggermente sopra 4.80 (max at 4.814 a memoria), salvo poi prendere un pò di fiato (non so fino a dove). In chiusura di settimana questo è stato l'andamento: +11% abbondante.

Enel

Indicata nel report di sabato scorso l'azione si è spinta esattamente fino a 8.50. Rimane il fatto che si tratta di un titolo pesante nel paniere, quindi se l'indice principale dovesse stornare ne risentirebbe quasi sicuramente. Di seguito il chart settimanale di Enel che si trova a ridosso dei massimi storici: o break in o break out...oppure smezzo oppure resto alla finestra se non sono convinto !

Banca Mediolanum

Da quando l'ho analizzata il 14 novembre ha corso come una gazzella (https://www.lombardreport.com/2020/11/14/una-settimana-da-incorniciare/). Si presentava così:

Ad oggi direi che l'area che avevo in testa è stata centrata. Pur avendo ancora un pò di upside per coprire il gap down lasciato aperto a febbraio ritengo che ci siano più rischi che benefici nell'entrare ora. Anzi, come dice lo stimato Dott. Bellosta "sui rialzi si alleggerisce e "si asseconda"". Molto saggio! Non sono un pescatore ma credo che ci siano molte similitudini tra la pesca ed il trading: quando si lancia l'amo non si sa se il pesce abboccherà. Se però iniziamo a sentire che la lenza si muove, forse qualcosa ha abboccato. Potrebbe essere un falso movimento della corrente, potrebbe essere un pezzo di legno, un pesce piccolo o un pesce grande. In questi casi si inizia ad assecondare quel movimento, senza strattonare troppo la nostra canna da pesca perchè la lenza potrebbe rompersi (e con lei il nostro potenziale bottino). Si asseconda quel movimento e contemporaneamente si cerca di avvolgere la lenza attraverso il mulinello, finchè quel "qualcosa" che è stato preso non si manifesta. Ad ogni modo, tornando a Banca Mediolanum, questa è la situazione odierna:

Askoll Eva

Analizzata mercoledì (https://www.lombardreport.com/2020/11/25/update-su-alcune-situazioni-grafiche-ed-una-aggiunta-alla-mia-watchlist/), l'azione ha rotto e testato millimetricamente dall'alto verso il basso la ex resistenza di 1.46 che ora risulta un supporto. Da 1.20 alzerei lo stop a 1.30 market on close prima di modificare la mia view. Discreti i volumi (per un titolo così sottile). Una possibile calamita al rialzo può essere individuabile in area 1.66/1.70. 

Sciuker Frames

Ne ho scritto quando quotava attorno a 1.40, ricordate ? articolo: https://www.lombardreport.com/2020/11/7/coup-de-thathe/. Ha consolidato e poi è ripartita a razzo. Ormai è andata, che dite? Questo è stato uno squalo, altro che una trota!

 

Per la settimana entrante aggiungerò qualche titolo in watchlist, anche di quelli che possono avere un pullback di livelli importanti rotti nelle settimane passate. Notate bene: il pullback implica SEMPRE il fatto di mettersi contro un trend di breve (?), dove il punto di domanda si riferisce alla possibile durata di quel trend e questo NON rappresenta ciò che amo fare. Saper "dosare" la quantità in questi casi è di fondamentale importanza e rientra nel piano d'azione di ciascun trader o investitore.

Autogrill 

L'area chiave che è stata rotta è quella di 4.80. C'è stata un' accelerazione fino a 6 euro circa. Adesso siamo tornati attorno a 5.10. Un supporto è rappresentato a mio avviso dall'area 4.80/4.84 nei pressi della quale passa anche la media mobile a 200 periodi. Stop strettissimo e view completamente rivista in caso di mancata tenuta di 4.50 euro. Il target? un possibile rimbalzo.

Banca Popolare di Sondrio

Interessante lo spunto rialzista di quest'ultima ottava: rotta la resistenza di 2.14 c'è stata una accelerazione fino alla chiusura del gap lasciato aperto a febbraio di quest'anno a 2.50 (il massimo è stato a 2.49). Ipotizzando che voglia andare a ritestare i 2.74, il che è tutto da dimostrare naturalmente, ritengo che un'area supportile molto interessante sia quella dei 2.10/2.15. View rialzista messa in discussione in caso di ritorno sotto 1.90 euro.

Adesso torniamo IN TREND con qualche new entry.

Mediaset

L'azione è salita molto velocemente, interessante incrocio e inclinazione delle medie mobili veloci con la 200. Tentativo di congestione sui massimi che sono poi stati rotti al ribasso giovedì e "rimangiati" venerdì. In altri termini i long si sono stoppati, qualcuno è entrato short ma forse ha preso la strada contromano e quindi si dovrà stoppare o reversare long. Oscillatori che si sono scaricati un pò. Se si pensa che possa continuare nel rialzo, applicherei uno stop loss strettissimo a 1.88/1.90 rispetto alla chiusura di venerdì ad 1.985. 

Euro Dollaro

Attenzione: possibile un ulteriore allungo dell'euro contro il dollaro americano. Su scala MENSILE dal 2000 ad oggi (primo grafico) notiamo la rottura di una trend line dinamica discendente (linea rossa obliqua). L'area chiave da bucare è individuabile a 1.195/1.20. View long rivista in caso di discesa sotto 1.16 (vedere il grafico settimanale sotto il grafico mensile).

Bitcoin

Personalmente, ragionando in euro, guardo il bitcoin contro euro. Chiedo venia. Dopo un fortissimo rialzo a seguito della rottura dei 10500 prima e dei 12000 poi ci siamo spinti fino al test dei 16500. La volatilità è massima naturalmente. Abbiamo un primo supporto compreso tra 13500 e 14000. Successivamente a 12500. Se si preferisce operare in trend (anche di breve) sarà da porre estrema attenzione ad un eventuale ritorno a 16500 che potrebbe essere esplosivo. Il problema è saper calibrare lo stop.

Fatta questa breve parentesi valutaria e sulle cripto, torno su un ultimo titolo che seguirò attentamente la prossima settimana e che presenta una bella configurazione grafica daily. 

El.EN.

Di questa azione ho parlato anche l'anno passato, ma ogni tanto ritorna nel mio radar. Perché ? Graficamente abbiamo una situazione che per certi versi è simile a quanto è successo al nostro indice nelle ultime quattro settimane o, magari (?), a Mediaset di cui ho appena scritto.  L'azione è infatti rimasta in congestione per svariati mesi: da maggio fino alla fine di ottobre. Un lunghissimo laterale compreso tra 20.70 e 24.50. Alla fine del mese scorso c'è stata una rottura decisa verso il basso ed una altrettanto fulminante risalita che l'ha portata all'interno della stessa congestione. Qualche seduta di consolidamento a cavallo della media a 200 e poi su a rompere i 24.50. Un paio di settimane SOPRA i 24.50 (ex resistenza ora bel supporto) con relativa nuova congestione. Venerdì ci sono stati alcuni acquisti in mattinata e poi una bella rottura di 25.50 con close a 25.75. Possibile un ulteriore allungo con primo target di medio termine attorno a 28 euro (gap di marzo).  Anche in questo caso view rivista in caso di ritorno verso 24 euro. 

Per oggi è tutto. Buon fine settmana e buon trading.

Ad maiora !

PNA

(L'autore del presente articolo non è iscritto all'ordine dei giornalisti e potrebbe detenere i titoli oggetto dei suoi articoli)

Non accontentarti solo degli articoli Free!

Registrati gratuitamente e avrai accesso senza limitazioni ai servizi premium per 3 giorni!