Wall Street non basta, FTSEMib ancora in rosso.


Piazza Affari inizia la settimana con la flessione del FTSEMib di -1,50% a 21.655 punti in questo lunedì 2 marzo 2020. Il nostro listino di riferimento ha potuto contenere il ribasso, che l’ha visto quotare anche a circa -4 punti percentuali, grazie all’apertura postivita dei listini americani che proseguivano il rimbalzo di venerdì. Gli indici delle principali borse europee terminano tutti con segno positivo, salvo la leggera flessione di Francoforte (DAX: -0,27%). 

SERI INDUSTRIAL

In prima posizione come titolo top performer è SERI INDUSTRIAL, in rialzo del 15,52% a 3,35. La società è a capo di un gruppo che opera lungo l’intera filiera degli accumulatori elettrici.

Dall’ultimo aggiornamento del 17 febbraio, in cui primeggiava con un rialzo del +13,13% a 2,93, il titolo ha proseguito fino a quota 3,70 del 20 febbraio, prima di essere frenato dai dati sulla diffusione del Coronavirus. 

La scorsa settimana ha comunque contenuto i ribassi che hanno colpito in maniera indiscriminata tutti i titoli del nostro listino di riferimento, mantenendo come supporto l’area dei 2,70 di lunedì 24. Venerdì ha concluso la settimana a 2,90, valore da cui oggi ha saputo ripartire terminando circa sulla chiusura di giovedì 19 febbraio. 

Se dovesse superare la resistenza dei 3,70 euro, l’azione del gruppo troverebbe la successiva a 4 euro.

ROSSS

Segue ROSSS (+8,20%) a 0,66. La società è attiva nella produzione di scaffalature metalliche, scaffali industriali in metallo, cantilever, portapallet ed archivi per magazzini, uffici, negozi e supermercati.

Venne quotata in borsa con IPO di inizio aprile 2008 al prezzo di collocamento di 2,10, per trovare ad inizio 2009 i suoi minimi assoluti a quota 0,30. Da allora ha visto solo nel luglio del 2009 i suoi massimi di sempre, in area 2,50, per poi tornare a quotare sempre sotto i valori dell’IPO.

Con il rialzo odierno il titolo trova prossime resistenze in area 0,71 prima e 0,75 poi. 

TESLA 

All’ultimo gradino del podio è TESLA, in rialzo del +7,68% a 640 euro.

L’ultimo articolo la vedeva al secondo posto con il rialzo del +12,23% a 871, spinta dai rumors sulle trattative avanzate con il gigante cinese CATL per dotare di batterie senza cobalto le auto elettriche Model 3 prodotte nella factory di Shanghai. Da allora il titolo ha sofferto della brusca frenata data dalla propagazione del COVID-19.

I motivi del rialzo di oggi si possono attribuire al rimbalzo che sta colpendo il suo listino di riferimento (NASDAQ). 

Ad interessare il titolo in questo periodo è anche la produzione della Model Y, il nuovo Suv marchiato Tesla. L’autenticità è confermata dalle foto diffuse online, che mostrano diversi esemplari parcheggiati nei piazzali adiacenti alla fabbrica Tesla di Fremont, e le prime consegne sono previste per questo mese. Come successo in altre occasioni, sarà quindi il modello più costoso ad essere consegnato per primo e via via, con l'incremento dei numeri, arriveranno anche le normali Long Range e infine le Standard Range.

Dal punto di vista grafico il titolo troverà il primo ostacolo in area 800, prima di poter riagganciare i top in area 870.

PORTAFOGLIO LOMBARD REPORT

Per quanto riguarda la sezione FTSEMib40 del nostro portafoglio Lombard, oggi viene stoppato BANCO BPM (-6,28%) a 1,858, venduto a mercato. Migliore del giorno è ENEL (+0,84%) a 7,64.

Nessun commento

Non accontentarti solo degli articoli Free!

Registrati gratuitamente e avrai accesso senza limitazioni ai servizi premium per 3 giorni!

I commenti dei lettori

Non ci sono commenti per questo articolo. Vuole essere il primo a commentarlo?

Lascia un commento