FTSEMib salva i rimbalzi; domani il nostro webinar.


Piazza Affari conclude la seduta di mercoledì 8 aprile in lieve calo, anche se ben lontana dai minimi di giornata; FTSEMib in flessione (-0,18%) a 17.381 punti. Il nostro listino riesce comunque a salvaguardare le ultime due sedute di rimbalzi, aiutato anche, forse, dalla forza di Wall Street in apertura. Anche gli indici delle principali borse europee terminano in territorio negativo, salvo Parigi che chiude appena sopra la parità (CAC40 a +0,10%). 

È rimandata a domani la sorte relativa alle misure di aiuto che farebbero fronte all’emergenza sanitaria in corso. Nella riunione di ieri dell’eurogruppo, infatti, si è giunti ad un nulla di fatto su un’eventuale soluzione comune per i paesi europei colpiti. 

La seduta è stata caratterizzata di nuovo dalle ottime performance delle compagnie del risparmio gestito. 

Tra esse spicca ancora quella di AZIMUT, che nonostante la giornata quasi piatta guadagna un +7,16% e si attesta a 14,51. Il gruppo italiano di consulenza e gestione patrimoniale ha diffuso ieri i dati sulla raccolta netta di marzo 2020, segnando 1 miliardo di euro realizzato da inizio anno. I buoni risultati hanno spinto il presidente del gruppo a confermare la proposta di pagamento del dividendo di 1 euro, previsto per maggio di quest’anno, e a confermare l’obiettivo di un utile netto di almeno 300 milioni di euro per il 2020. Dal punto di vista grafico il titolo si è portato sulla resistenza di area 14 e sembra pronto a dirigersi verso la prossima a 15,20. La successiva è posta in area 16,50 prima e 17 poi, dove chiuderebbe il primo dei tre gap lasciati da area 24 nella fase ribassista.

Molto bene anche BANCA GENERALI (+8,54%) a 22,36 e BANCA MEDIOLANUM (+4,5%) a 5,22.

Per dedicare due parole ai rialzi in doppia cifra di oggi citiamo il rimbalzo di FIERA MILANO (+18,24%) a 3,63. Il titolo è uno dei più penalizzati dall'emergenza coronavirus: dai massimi di fine gennaio ai minimi di fine marzo ha lasciato sul terreno circa 2/3 del proprio valore. La stessa Fiera Milano è stata uno dei primi gruppi a risentire della crisi, dato che sin dal 2008 opera in Cina attraverso le società Hannover Milano Fairs China e Hannover Milano Fairs Shanghai. Il gruppo comunicherà nei prossimi giorni l'impatto stimato sui risultati economici attesi per l'anno 2020, anche in relazione all'avvio di importanti azioni di contenimento di costi. Graficamente il prossimo ostacolo del titolo è posto in area 4, da cui ha lasciato un gap nella discesa. 

PORTAFOGLIO LOMBARD REPORT

Vi ricordo di non perdervi il webinar previsto per domani giovedì 9 aprile alle ore 18.00, a cui parteciperanno il presidente di LombardReport.com Sandro Mancini, che spiegherà i dettagli del servizio, e l’analista finanziario Lorenzo Raffo, che illustrerà teoricamente i vantaggi dei piani di accumulo anche quando fatti in casa. Modera Emilio Tomasini.

Nessun commento

Non accontentarti solo degli articoli Free!

Registrati gratuitamente e avrai accesso senza limitazioni ai servizi premium per 3 giorni!

I commenti dei lettori

Non ci sono commenti per questo articolo. Vuole essere il primo a commentarlo?

Lascia un commento