ASTM: aspirante star del portafoglio?


Piazza Affari termina la seduta di oggi martedì 30 giugno 2020 con il FTSEMib in flessione dello -0,37% a 19.376 punti. Gli indici delle principali borse europee terminano anch’essi in territorio negativo, salvo la performance positiva della Germania (DAX: +0,64%). 

Nonostante il recupero sul finale, il nostro listino di riferimento è costretto a chiudere in leggero ribasso in un mercato ancora ingessato dai timori circa l’evoluzione della pandemia da Coronavirus. La seduta di ieri aveva avuto ben altra intonazione per la maggioranza delle principali piazze, che hanno terminato a più di un punto percentuale. A differenza di Venerdì 26 giugno, ieri Wall Street è stata mossa all’insù anche dall’uscita delle nuove statistiche sui contagi, che mostravano un miglioramento dovuto probabilmente al comportamento più responsabile nella popolazione indotto dall’accelerazione. La situazione continua ad essere buona in Europa, con la Germania che ha contenuto i propri focolai, mentre gli emergenti mostrano ancora incrementi elevatissimi. Sarà importante verificare che spunto prenderanno le varie Piazze europee domani. Le vendite poco marcate di oggi, infatti, possono essere relativamente causate da prese di beneficio sul rimbalzo di ieri. 

La seduta nello specifico ha visto i riflettori puntati sempre sui bancari, con vendite che colpiscono anche tutto il settore gas e oil. Buono invece lo spunto di ASTM, qualificatasi negli Stati Uniti per un progetto del valore di circa 1,3 miliardi di dollari per costruzione e gestione di un tratto autostradale in Georgia.

Fra le big del bancario si registrano flessioni frazionali su UNICREDIT (-0,86%), a 8,18, che dopo il rialzo incoraggiante di ieri (+4,43%) si è vista allontanare dal pericolo supporto in area 7,75. Leggero rialzo su INTESA SANPAOLO (+0,09) a 1,70, che dal punto di vista grafico ieri aveva contenuto il rimbalzo ad un 2,+53%. Quest’ultima ha ottenuto le necessarie autorizzazioni da parte delle autorità competenti per perfezionare con NEXI l'accordo strategico, in cui NEXI diventa, nell’ambito dell’acquiring, il partner esclusivo di IntesaSanpaolo. MPS, invece, termina la seduta in perdita del -2,41% a 1,57. Ieri il Cda della banca senese ha dato il via libera al progetto di scorporo parziale di un portafoglio di 8 miliardi lordi di crediti deteriorati.

Il comparto oil è anch’esso colpito dalle vendite, con ENI (-1,57%) a 8,49, TENARIS (-1,03%) a 5,75 e SAIPEM (-0,80%) a 2,21.

Occhi puntati invece su ASTM, che oggi ha registrato un buon rialzo del +2,57% a 20,34, in una seduta che ha visto rari spunti rialzisti. Il rialzo è figlio anche della notizia di cui sopra. Il progetto riguarda l’ammodernamento dell’autostrada con la costruzione di due corsie aggiuntive, a pedaggio, per senso di marcia, per una lunghezza di circa 25 km intorno alla città di Atlanta. Segnalo, per i non abbonati, che il titolo “new entry” di cui scrivevo venerdì 26 giugno 2020 è proprio ASTM e che insieme ad un altro titolo compone ad oggi il nostro portafoglio Lombard.

Notizia di giornata è anche che ENEL (-0,60%) a 7,67, attraverso la sua controllata indiana per le energie rinnovabili, EGP India, si è aggiudicata il diritto di firmare un contratto di fornitura energetica della durata di 25 anni per un per un progetto solare da 420 MW in India. La costruzione, che dovrebbe entrare in funzione alla fine del 2021, comporterà un investimento di circa 180 milioni di dollari e costituirà il primo impianto solare nel paese.

PORTAFOGLIO LOMBARD REPORT

Il portafoglio Lombard mette a segno un rialzo del +2,57% a 20,34 con ASTM. L’altro titolo presente in portafoglio registra una flessione all’ordine del -0,50%.

Nessun commento

Non accontentarti solo degli articoli Free!

Registrati gratuitamente e avrai accesso senza limitazioni ai servizi premium per 3 giorni!

I commenti dei lettori

Non ci sono commenti per questo articolo. Vuole essere il primo a commentarlo?

Lascia un commento