Asia e USA stimolano il rialzo di Piazza Affari.


La settimana inizia con una Piazza Affari piuttosto tonica in questo lunedì 6 luglio 2020; FTSEMib in rialzo del +1,55% a 20.032 punti. Le principali Borse europee terminano in linea con il nostro listino dopo il balzo della Borsa asiatica registrato nella notte. 

La settimana appena conclusa ha dato a Piazza Affari la possibilità di prendere coraggio per poter attaccare le resistenze registrate ad inizio giugno. Queste si configurano ancora come ostacoli alla ripresa, sempre a causa della possibile correzione dei mercati date le incertezze circa l’evoluzione della pandemia. 

La seduta di venerdì era partita con un tono rialzista. Ma la positività non ha retto per tutta la sessione, che ha dovuto far prevalere le prese di beneficio su un mercato reso meno incisivo dall'assenza degli USA. 

A prevalere oggi, invece, è il “sentiment bullish” di matrice asiatica che condiziona i mercati. La recente espansione monetaria e del credito attuata dalla Bank of China fa ipotizzare ulteriori sforzi futuri da parte dei governi per inondare i mercati di liquidità e minimizzare l’impatto Covid. Quanto appena descritto offre agli investitori la possibilità di concentrarsi su cosa accadrà dopo la pandemia e attendere un placarsi dei contagi.

Nello specifico la seduta di oggi vede rialzi contenuti ben diffusi su tutto il listino. Protagonisti di giornata sono sempre i titoli bancari, seguiti da quelli dell’automotive e dai petroliferi che fanno da sfondo. 

Fra i bancari ottima la seduta di UNICREDIT (+3,75%) a 8,73, in scia alla concessione del finanziamento da un miliardo di euro da parte della Cassa Depositi e Prestiti destinato alle PMI e le Mid-Cap operanti nei settori del turismo, dei beni di consumo e della meccanica particolarmente colpiti dall'emergenza Covid-19. INTESA SANPAOLO (+2,60%) a 1,79 è al centro della scena, che la vede impegnata nel primo giorno dell’Ops su UBI (+4,20%), a 3,20, che continuerà fino al 28 luglio. 

Nell’automotive spunto per FCA (+1,17), che beneficia dell’approvazione di venerdì circa il pacchetto di incentivi per l’acquisto di auto Euro 6, elettriche e plug in hybrid. Il contributo di 3500 euro (2000 euro da parte del concessionario e 1500 di incentivo statale) vale per auto con emissioni tra 61 e 110 grammi per km di CO2 e con un prezzo entro i 40 mila euro al netto dell’IVA, con rottamazione di un veicolo vecchio di 10 anni. 

In conclusione, acquisti anche sui petroliferi con TENARIS (+3,52%) a 5,95, ENI (+0,97%) a 8,75 e SAIPEM (+0,80%) a 2,26.

Tra i sottili ottimo lo spunto di SESA (+3,04%) a 57,60, che recupera completamente il forte ribasso causato dal Covid-19. Il titolo sembra prossimo alla rottura dei massimi di sempre, posti in area 60 e toccati il 17 febbraio 2020.

PORTAFOGLIO LOMBARD 

Il portafoglio Lombard conclude la seduta in area positiva, con ASTM (+0,72%) a 19,51 seguita dal rialzo di +0,5% dell’altro titolo presente in "AZIONI ITALIANE BREAKOUT."

Nessun commento

Non accontentarti solo degli articoli Free!

Registrati gratuitamente e avrai accesso senza limitazioni ai servizi premium per 3 giorni!

I commenti dei lettori

Non ci sono commenti per questo articolo. Vuole essere il primo a commentarlo?

Lascia un commento