Piazza Affari: riflettori su IMA e TINEXTA


Piazza Affari termina la seduta di oggi mercoledì 8 luglio 2020 in flessione, con il FTSEMib in ribasso del -0,57% a 19.900 punti. Gli indici delle principali borse europee termino con correzioni leggermente più pesanti rispetto al nostro indice di rifermento. Tra essi spicca la performance di Parigi (CAC 40: -1,24%).

I ribassi contenuti che si sono andati a configurare dal balzo di lunedì denotano una certa resilienza da parte di Piazza Affari, che continua a beneficiare dell’iniezione di liquidità della BCE. Il modo in cui gli investitori operano in questa fase di post-lockdown è più ponderato e maturo, potendo essi contare sull’effetto propulsivo che i pacchetti di stimoli avranno sull’economia in un contesto normalizzato dalla diminuzione dei contagi da Covid-19. D’altra parte, però, le incertezze sulla curva dei nuovi casi continua a dare pochi segnali di cedimento negli USA ed emergenti, impedendo di dimenticare quanto accaduto da febbraio in poi sui mercati. Il tono consolidativo che prevale in chiusura sui mercati trova sempre origine in Wall Street, che con il suo Nasdaq permette di trainare i vari indici e ridurre le perdite che erano si registrate in seduta. 

Quanto appena descritto è destinato a configurarsi come fattispecie in un contesto che fa pagare le incertezze di questa fase ai titoli del bancario e industriali e privilegia quelli più difensivi come le utility. 

Nello specifico la seduta appena conclusa vede prevalere le vendite appunto sui bancari: tra essi le big UNICREDIT (-0,91%) a 8,59 e INTESA SANPAOLO (-1,32%) a 1,76, che prosegue l’Ops su UBI (-0,86%) a 3,11. Fanno peggio invece BANCA GENERALI (-3,78%) a 26,50 e BANCO BPM (-2,23%) a 1,35. È più contenuta BPER (-0,45%) a 2,20, agevolata dalla conclusione dell’operazione di cartolarizzazione di sofferenze. 

Continuano i ribassi anche sui petroliferi, con SAIPEM (-0,86%) a 2,20 ENI (-1,38%) a 8,69 e TENARIS(-1,61%) a 5,75.

Acquisti invece sulle utility, dove ENEL conclude la seduta in guadagno del +1,39% a 8,08 seguita da TERNA (+0,96%) a 6,31.

Tra i rialzi di giornata spicca quello di IMA (+6,71%) a 54,10, che ha avuto il via libera da parte della Food and Drug Administration (FDA) Usa alla commercializzazione negli States di IQOS, il sistema alternativo di sigarette sviluppato da Philip Morris, che scalda il tabacco senza bruciarlo. Dal punto di vista grafico, il balzo registrato oggi supportato da buoni volumi potrebbe proiettare il titolo verso le prossima resistenze, in area 58 prima e 60 poi. 

Bene anche TINEXTA, in rialzo del +3,41% a 13,34. Il gruppo il 29 giugno 2020 ha dato il via ad un operazione di Buyback di azioni proprie la cui finalità principale è quella di dare esecuzione al "Piano di Stock Option 2020- 2022”, approvato dall'Assemblea ordinaria degli Azionisti riunitasi il 28 aprile 2020. Il titolo graficamente ha già recuperato quanto perso durante la fase ribassista a causa del Covid-19 e sembra prossimo ad attaccare la resistenza in area 14, suoi massimi relativi di metà febbraio.

PORTAFOGLIO LOMBARD REPORT

Il portafoglio Lombard con ASTM termina la seduta in territorio negativo del -2,81% a 18,33. L’altro titolo presente in portafoglio mette invece a segno un rialzo all’ordine del +1,50%.

Alcuni lettori hanno segnalato la mancata ricezione dell’alert dell’articolo di lunedì “Asia e USA stimolano il rialzo di Piazza Affari.” 

Copio di seguito il link per chi non avesse potuto leggerlo "https://www.lombardreport.com/2020/7/6/asia-e-usa-stimolano-il-rialzo-di-piazza-affari/". 

Nessun commento

Non accontentarti solo degli articoli Free!

Registrati gratuitamente e avrai accesso senza limitazioni ai servizi premium per 3 giorni!

I commenti dei lettori

Non ci sono commenti per questo articolo. Vuole essere il primo a commentarlo?

Lascia un commento