l'indicatore di Warren Buffett segnala pericoli!


Un articolo di  Shawn Langlois su Marketwatch mostra un pericoloso segnale che si è formato sulle borse. L'indcatore che contrappone la capitalizzazione totale del mercato USA con il GDP, indicatore preferito da Buffett per valutare la convenienza di un mercato, ha pericolosamente superato quota 100. L'aveva gia' fatto nel 2000, nel 2008 e nel 2018.

L'analisi fatta da Holger Zschaepitz di Die Welt è impietosa in quanto ricorda che dopo questi eccessi i mercati sono scesi.

Forse questa elevata capitalizzazione è la causa delgli scarsi investimenti fatti da Warren Buffett. La sua BRK ha una liquidita' di 146 milioni di dollari.Se si esclusono piccoli acquisti di Bank of America mancsno nuove idee.

Il segnale di Warren Buffett,aggiungiamo noi, non va dimenticato. La stella di Buffett si è un poco appannata ma rimane il principe degli investitori mondiali. Se il suo segnale preferito indica  pericoli....meglio tenerne conto.

PS Dopo la pubblicazione di questo articolo Buffett ha comunicato di avere acquistato l'1,2% di Barrick Gold.L'azione nel dopo borsa saliva del 7%. E così il grande  Warren ha comperato quell'oro che aveva sempre disprezzato e che il lombardreport.com spingeva dalla sua fondazione  nel 1996. Ci fa piacere prenderne nota Benvenuto tra noi,grande,grandissimo  Warren!. Immaginiamo che lunedì l'apertura di qualche aurifero dia soddisfazioni. Ma l'ottica è sempre decennale. E le grandi soddisfazioni sono sempre sul lungo termine. Non dimenticate che nel 1968 l'oro quotava  circa 720/750  lire al grammo. Ora siamo a  40/50 euro al grammo. Una salita superiore a 100 volte senza problemi di  tassazione di redditi fiscali. L'estrazione è sempre inferiore alle richieste mentre le banconate di carta e la liquidita' crescono a dismisura.La cosa non cambia clamorosamente  se i calcoli vengono fatti in dollari. con un valore che da 35/38 dollari all'oncia è ora salito a 2000 dollari con un incremento che sfiora 60 volte......Senza timori,come investimento,per bolle internet , mutui casa  regalati o mancanza ( o troppa abbondanza)di petrolio... tutte cose che hanno colpito  a singhiozzo gli investimenti...

(L'autore del presente articolo non è iscritto all'ordine dei giornalisti e potrebbe detenere i titoli oggetto dei suoi articoli)

Nessun commento

Non accontentarti solo degli articoli Free!

Registrati gratuitamente e avrai accesso senza limitazioni ai servizi premium per 3 giorni!

I commenti dei lettori

Non ci sono commenti per questo articolo. Vuole essere il primo a commentarlo?

Lascia un commento