Greed is your worst enemy

Ormai sembra uno schema in piena regola, quello che si sta ripetendo sul listino italiano di ottava in ottava.

Simile ad un menù, il lunedì si apre in forte calo per poi recuperare lentamente, il martedì si torna a salire, mercoledi sonnecchiante, giovedi rialzo ( spero di non essere immediatamente smentito all'apertura dei mercati ), venerdi chiusura a scelta .

Più che le notizie, gli avvenimenti, le tensioni , sembra che ad avere la meglio sia più che altro una fittizia movimentazione del mercato con un andamento che può essere definito assolutamente sotto controllo, eccezion fatta che per le nostre perline dell'AIM.

Ebbene sì, le azioni del segmento AIM, hanno decisamente conquistato la prima posizione nelle attenzioni dei trader, in questa inizio estate: basta guardare le prestazioni di società come Energica Motors Company, Notorious Pictures, Casta Diva, Grifal e Prismi.

Pare che il contagio si stia diffondendo anche ad altre, più o meno in salute, società del listino Aim e, in questo articolo, vorrei dilettarmi nel provare a prevedere le prossime partenze.

Andiamo pertanto ad analizzare situazioni grafiche che paiono ancora inespresse e pertanto , visto il fascino intrinseco del segmento, è bene rimanere focalizzati su di esso e monitorare l'evolversi della situazione.

Per indole, preferisco rischiare di sbagliare, piuttosto che perdere le partenze dei titoli.

Vorrei pertanto analizzare la situazione di BioDue.

La società sviluppa, produce e commercializza dispositivi medici, prodotti dermocosmetici e integratori alimentari e ha già annunciato di voler passare al listino principale MTA.

Ha inoltre, riportato un Utile di 4,1 milioni di euro con Ricavi a 36,3 Milioni di euro.

Passando all'analisi tecnica, come si può vedere dal grafico orario, dopo aver ristagnato sui 5 €, c'è da riportare un rinnovato interesse, segnalato opportunamente dal ritorno di un discreto volume di contrattazione.

Anche dal grafico giornaliero è possibile verificare la medesima situazione. 

Identifico in un eventuale ritorno in area 5 € e una sua infrazione, un limite di supporto e, quindi, di interruzione del movimento rialzista.

Vorrei soffermarmi un secondo sul carattere di alcune segnalazioni che uso dare nei miei articoli.

In ogni analisi, in ogni situazione tecnica analizzata, ciò che sottolineo sempre è: un'area di intervento, un livello di supporto a cui, diligentemente, uscire dal titolo,e , infine, un target price.

Tutto ciò ovviamente a mò di suggerimento per chiunque voglia partecipare alle giornate di borsa in maniera proattiva.

Dopo aver a lungo sottoposto l'attenzione dei lettori al livello di supporto, vorrei soffermarmi, in questo articolo, sul target price.

Un target price tecnico, rappresenta un punto di possibile ALT della corsa al rialzo,che , di sovente, coincide con una trendline o con un livello di rallentamento già verificatosi in passato.

Tale livello, viene unanimemente definito con il nome di "resistenza".

Una resistenza è tale per gli operatori, quanto per i trader e gli investitori, tutti.

Probabilmente, a causa della rigida educazione impostami dal mio babbo durante la fase adoloscenziale, ogni qualvolta non ho rispettato questi livelli di resistenza e ho lasciato che l'avidità umana avesse il sopravvento su di me, mi sono successivamente  inflitto volontariamente delle sonore punizioni, umiliando il mio portafoglio a colpi di clava.

Ricapitolando, esiste una possibile area di intervento, perchè ( e non "ed" ), esiste un zona di uscita!

Pertanto, quando ci si trova difronte al momento cruciale e si sceglie di puntare su target ipotetici, alzando l'asticella, frutto di attività onirica, bisogna essere coscienti del fatto che non si è più investitori, bensì "gambler" (scommettitori). 

Tornado all'azione oggetto dello studio, BioDue, gli evetuali target sono 3.

Il primo è in area 6 €, livello massimo di un canale consolidato, il secondo in area 7,2 €.

Il terzo preferirei non inserirlo per non indurre in tentazione...ma il grafico parla del massimo storico onorato nel vecchio 2015 a quota 14 €.

Conclusione: qualora vi fosse un reale rimbalzo dell'azione, cosa ci vieta di uscire su uno dei target segnalati e successivamente, qualora venissero infranti i target, rientrare con la posizione?

Risposta: nulla! Non c'è nessuna legge o regola che ci vieta di riaprire la posizione con supporto stretto, avendo però già messo nel proprio fienile una buona parte del raccolto.

Quest'ultimo pensiero è riferito a tutte le operazioni che vi vedranno partecipi e mi sento caldamente di consiglirvela come impostazione. Fà parte della disciplina del trader, mi è costata anni di sacrificio, e mi sento di condividerla perchè non c'è niente di più bello che regalare le proprie esperienze.

Intitolai un mio articolo "stop-loss is your best friend", pertanto intitolo questo "greed is your worst enemy" 

(L'autore del presente articolo non è iscritto all'ordine dei giornalisti e potrebbe detenere i titoli oggetto dei suoi articoli)

Nessun commento

I commenti dei lettori

Non ci sono commenti per questo articolo. Vuole essere il primo a commentarlo?

Lascia un commento