Lunedì: chi ben comincia è già a metà dell'opera.


Inizia l’ultima settimana di Novembre con la borsa italiana che parte in rialzo e conferma durante tutta la giornata una bella impostazione di fondo. L’indice FTSEMib chiude a 23.467 (+0,84%). L’apertura di Wall Street, con la possibilità di accordo commerciale sui dazi tra Cina e Usa, è utile per la chiusura positiva delle borse europee.  Londra la migliore con l’indice FTSE 100 a +0,95%, Francoforte DAX 30 a +0,63%, e Parigi a +0,54%.

Fa il botto anche oggi, spiccando con +29,36% a 0,0564, l’azione INNOVATEC in prima posizione tra i rialzi del giorno. L’azione, che nella giornata di venerdì aveva brillato con uno strappo del 14,74% facendo un uncino perfetto con la rottura di 0,04, spicca il volo portandosi in fretta sulla prossima resistenza grafica posta a 0,06, con le successive in area 0,076, e 0,10 massimo dell’ultimo periodo (Gennaio 2017).
La holding operativa nel settore della efficienza energetica e delle energie rinnovabili fu quotata nel Dicembre 2013 a 3,50 Eur per azione, e i prezzi odierni dicono tutto. Ad infiammare il titolo è la notizia di partnership strategica sull’economia circolare e l’inizio di collaborazione commerciale con la società Plastica Alfa per lo sviluppo di progetti della sostenibilità e della tutela ambientale. In particolare suscita interesse la produzione di microalghe in ambiente sterile, destinate a settori ad elevato potenziale economico (integratori per alimentazione umana, prodotti per la nutraceutica, biocomposti per la farmaceutica e cosmeceutica,  biopolimeri e ingredienti per la mangimistica animale). Tale mercato è visto in forte crescita a livello globale e si prevede che si sviluppi più del doppio in meno di un decennio. A porre un freno ai rialzi ci ha pensato Borsa Italiana, che da domani vieterà di inserire ordini senza limiti di prezzo.

Segue al secondo posto come miglior rialzo un altro titolo del mercato AIM, ENERGICA MOTOR COMPANY +10,78% a 2,57. La società è leader a livello internazionale nel settore delle moto elettriche ad elevate prestazioni ed è già fornitore unico per il triennio 2019-2021 del campionato FIM Enel di MotoE World Cup. Ha oggi preso visione delle stime di crescita del fatturato +50% a/a. Quotata con Ipo a Gennaio 2016, a 3,20 Eur per azione, il titolo graficamente ha supporti molto validi in area 2,20, e solo la rottura di 2,60 potrà portarlo successivamente in area 2,80 e poi 3,00- 3,06 massimo del 2019 di Gennaio.

È sempre un titolo del mercato AIM a finire al terzo posto, GO INTERNET con un +7,14% a 1,20. L’operatore italiano nell’internet mobile ha siglato il 17 Ottobre un accordo con la cinese ZTE , leader mondiale nella produzione di soluzioni ICT per la fornitura di “base stations” che porteranno le reti 5G sia nelle Marche che in Emilia Romagna, anche nelle zone rurali e montane non coperte dalla fibra ottica. Dalla quotazione, avvenuta ad Agosto 2014, a 2,75, il titolo ha avuto i suoi massimi storici in area 4,00 a Marzo 2015, e i suoi minimi a 0,85 a Gennaio 2019. Quella di oggi sembra solo una reazione grafica, che vedrà resistenze prima a 1,40 e successivamente 1,60/1,80.

Il nostro portafoglio vede oggi al Top SAES GETTERS +3,73% a 31,95, che continua a beneficiare dei dati trimestrali comunicati al mercato lo scorso 14 Novembre (utile netto più che triplicato nel trimestre e ricavi in crescita del 16,4%) e si porta sui massimi di sempre del 2007. Segue DIGITAL BROS +1,99% a 14,38, che troverà le resistenze successive in area 15,00 e 16,80 del Dicembre 2016 suo massimo storico. EL.EN è quasi piatta (+0,06% a 33,26) dopo aver toccato 34,40, sua massimo intraday, e necessita di respirare un po’ dopo gli ultimi rialzi.

Nessun commento

Non accontentarti solo degli articoli Free!

Registrati gratuitamente e avrai accesso senza limitazioni ai servizi premium per 3 giorni!

I commenti dei lettori

Non ci sono commenti per questo articolo. Vuole essere il primo a commentarlo?

Lascia un commento