La gatta morta

Esopo narrava di come un gatto, per catturare i topi, si fingesse morto accanto alla loro tana.

E' una specie estremamente pericolosa ma estremamente affascinante, intrigante ed accattivante. Fa le fusa, è sorniona e trova il modo di farla franca in qualunque circostanza. Conduce il gioco ed il suo atteggiamento remissivo attrae la mente maschile come non mai. Pur non dicendo mai cosa pensa riesce comunque ad ottenere sempre ciò che vuole. Una potenziale mina vagante per le concorrenti. E' sofisticata ma non aggressiva altrimenti farebbe scappare la sua preda. Bastano un sorriso o un ammiccamento e si rischia di cadere nella rete. Nella SUA rete. Anzi, infilzati nei suoi deliziosi (talvolta estremamente dolorosi) artigli. E' lei:

                                             la gatta morta !

Sul mercato lo chiamano dead cat bounce: il rimbalzo del gatto morto. Rende bene l'idea, non è vero? Ci si abitua ai continui ammiccamenti della nostra musa, che ci ha torturati abbastanza, graffiandoci con gli artigli non di un gatto ma di un orso. Una insidia tutt'altro che facile da percepire per la semplice e talvolta banale mente di uomo forse un pò ingenuo e sprovveduto. E poi....boooommmm! Eccola infilzare definitivamente le sue unghie nella carne viva di chi è ancora ribassista. Non temete però: alla fine dell'articolo ci sarà una buona notizia per tutti quanti.

Ma noi qualche sentore lo avevamo avuto avuto già da tempo, non è vero ? La figlia di Zeus non si smentisce mai:

 https://www.lombardreport.com/2019/4/13/figlia-di-zeus-ma-non-sempre-l-ispirazione-si-appaga-di-ci-che-contempla/ 

Procediamo dunque con una analisi dei vari indici

NASDAQ COMPOSITE

Il grafico seguente mostra su scala daily come l'indice sia stato caratterizzato da un buon rimbalzo nell'ultima settimana borsistica, quantificabile nell'ordine del 4 % dall'open di lunedì a 7440 punti circa. E' stata agguantata nuovamente la media mobile a 200 periodi e ci si è allontanati parzialmente anche da quella più veloce a 20 periodi. I gap lasciati aperti sono stati chiusi (sia quello che Vi avevo indicato la settimana passata al seguente link: https://www.lombardreport.com/2019/6/1/quell-istante/ sia quelli al rialzo). Per il momento tenderei ad escludere un movimento a "V", anche se la forza del rimbalzo è stata notevole. Importante tuttavia che il mercato non torni sui suoi passi (sui minimi di lunedì per intenderci). 

INDICE FTSEMIB40

Tornando in casa nostra, la situazione risulta a mio avviso meno esaltante e non è da escludere che si tratti di rimbalzo del gatto morto. Credo che molta importanza avranno le giornate a seguire, considerando anche che mancano solo dieci sedute all'expiring delle streghe di Venerdì 21 Giugno. Anche in questo caso abbiamo riacciuffato la media a 200 periodi, senza però trovare spunti così importanti da portarci sopra la media a 20 periodi, più veloce, ma che allo stato attuale funge da "tappo". Ecco spiegato il motivo: se Vi postassi i grafici delle varie banche (Unicredit, Intesa, BPER, BAMI ad esempio) notereste che hanno continuato a congestionare sui minimi. Il rimbalzo dell'indice lo si deve ad ENI (complice anche il rialzo dell'oil), Generali e sicuramente ad ENEL che in settimana ha messo a segno una performance dell'8% o giù di lì. Come Vi ho segnalato nell'articolo del 5 Giugno le utilities si stavano riprendendo molto bene, con algoritmi ormai tarati solo in una direzione e sparute vendite frutto di casualità o di altre macchinette da arbitraggio se preferite. Ad ogni modo, nel caso specifico avevo citato ENEL, Italgas, Snam, anche se il mio focus era sul titolo ACEA di cui parlerò più avanti. Come livelli sinceramente terrei due bande larghe ed estreme: 20000 punti di FTSEMIB40 al ribasso essendo anche soglia psicologica già rotta (forse per uno stop hunting ??) e 20700 punti al rialzo. La volatilità si è ridotta ma rimane comunque su livelli sostenuti, almeno in intraday. Latitano completamente gli scambi sui titoli e trovare qualche spunto operativo a basso rischio non è semplice. Di seguito il grafico daily ed orario del nostro indice.

TITOLI IN WATCHLIST (con qualche repetitio)

NEXI

Ne avevo scritto più volte in tempi assolutamente non sospetti, si parla dei primi giorni di Maggio (https://www.lombardreport.com/2019/5/4/finalmente-torniamo-alla-normalit/). Società quotata ad aprile e collocata nella parte bassa della forchetta in sede di IPO (a 9 euro), aveva aperto a 8.80 euro il primo giorno di scambi ed era solo scesa. Contemporaneamente veniva però comprata sapientemente. Nell'articolo a cui Vi rimando avevo evidenziato le alte probabilità di revisione del paniere con conseguente ingresso del titolo già a partire da Giugno e credo di averne parlato anche in occasione del recente tour. Ebbene, è di questa settimana la notizia che entrerà nell'indice S&PMIB40 a partire da lunedì 24 Giugno. Bingo !

PHARMANUTRA

In settimana Vi avevo indicato come aree su cui valutare un ingresso i 18.60 ed i 18.00 euro. Il primo livello è stato toccato ed il secondo è stato sfiorato. Personalmente sono entrato a 18.50 e sono uscito in area 19.75 il giorno seguente. Bingo ! Continuerò sicuramente a seguirla nelle prossime settimane anche se i volumi sono scesi leggermente. Il trend di lungo rimane positivo. Ritengo comunque che abbia bisogno di un consolidamento.

ACEA

Non me ne vogliano le gentili signore. Come tutti gli uomini probabilmente sono ripetitivo visto che ne avevo scritto tre giorni fa (https://www.lombardreport.com/2019/6/5/in-watchlist-per-l-intraday/).

Ad ogni modo BINGO sui livelli indicati mercoledì.  

ASTM

Vicina al massimo storico. Peccato sia un pò tirata.

DIASORIN

Anche questo titolo è stato segnalato (https://www.lombardreport.com/2019/6/5/in-watchlist-per-l-intraday/). Ha rotto i massimi storici e sul daily la vedete inserita in un bel canale rialzista di discreta ampiezza sia negli swing up sia in quelli down. Personalmente ho poi optato per il clic. Bingo !

REPLY

Già indicata nei precedenti articoli, è sempre in watchlist. Non è scesa durante la discesa ed ha beneficiato del rimbalzo. 

Unieuro

Siamo ad un passo da un bellissimo livello a 14.90. 

Detto questo e prima di congedarmi augurando un buon fine settimana alle migliaia di lettrici e lettori, Vi do una buona notizia. Nel cappello dell'articolo ho accennato ad Esopo ed al suo racconto dal titolo "Il gatto e il topo". Ebbene, i gatti impauriti dal topo non uscivano più dalle tane e quindi il felino decise di fingersi morto, trattenendo il respiro senza muovere i muscoli. Ma il più astuto fra i topi gli disse: "oh, certamente sei molto intelligente, ma puoi anche diventare un sacco di farina se vuoi, tanto nessuno di noi sarà così stupido da avvicinarsi a te".

Morale della favola: noi non sappiamo quale sia il tipo di rimbalzo in essere, ma chi è saggio non si lascia mai ingannare dall'aria innocente e sorniona di un gatto morto. O, se preferite, da quella di una gatta. Viva o morta che sia.

Ad maiora!

PNA

(L'autore del presente articolo non è iscritto all'ordine dei giornalisti e potrebbe detenere i titoli oggetto dei suoi articoli)

Nessun commento

Non accontentarti solo degli articoli Free!

Registrati gratuitamente e avrai accesso senza limitazioni ai servizi premium per 3 giorni!

I commenti dei lettori

Non ci sono commenti per questo articolo. Vuole essere il primo a commentarlo?

Lascia un commento