La donna è mobile qual piuma al vento...


Non me ne vogliano le gentili lettrici se cito l'ultimo atto del Rigoletto di Giuseppe Verdi in cui 

"La donna è mobile
qual piuma al vento,
muta d'accento e di pensiero.
Sempre un amabile,
leggiadro viso,
in pianto o in riso, è menzognero."

Ricordo un articolo del nostro Direttore il quale affermava che la Borsa è femmina. Direi nulla di più vero. Proprio come una piuma svolazza da una parte all'altra e basta un leggero soffio per smuoverla. E come una piuma ci fa solletico, la nostra Lei è amabile, ma il suo essere leggiadra in viso (sale tutto) talvolta nasconde una falsità (all'improvviso scende tutto). Un pò come in quell'articolo dal titolo "Figlia di Zeus...Mr. Assiso" del 13 Aprile di quest'anno: quando chiedi ad una donna se va tutto bene e lei ti risponde "sì", allora è giunto il momento di preoccuparsi.

E noi trader veniamo da settimane di rialzi ininterrotti che ci hanno portato a fare delle ottime operazioni; settimane in cui la nostra musa si è dimostrata sempre amabile e dolce come non mai. Siamo passati da IPO stellari (Officina Stellare: +80% il titolo e +800% il warrant) a operazioncine "tranquille" (Ascopiave piuttosto che il bond CDP 2026 o ancora Safilo di questa settimana). Analizziamo subito il tutto.

INDICE FTSEMIB40

Già da qualche giorno si saliva ma con volumi bassissimi e sui titolini i repentini rialzi tendevano a rientrare il giorno dopo o nella stessa seduta (Digitouch,Giglio,Triboo, Vetrya, etc...). Segno quindi che la liquidità veniva a mancare. L'indice FTSEMIB40 ha rotto nell'ultima seduta della settimana la trendline dinamica ascendente che ha guidato tutto il rialzo partito a fine maggio. Primo supporto a 21500 punti di indice anche se potrebbe essere un pò fragile. Quello significativo è a mio avviso tra 21000 e 21100 punti. Ciò che mi preme sottolineare è che questa discesa ha coinvolto anche le altre Borse, in primis quella americana, e contestualmente c'è stata una partenza a razzo dell'argento, che ho visto ma che purtroppo non sono riuscito a cogliere per un problema col pc che si protrarrà anche per la prossima settimana (sono calmo e tranquillo, ma se non ho la mia dose quotidiana di adrenalina vado in tilt, credetemi !E spero di risolvere presto il tutto !). 

Safilo

Fermo restando che non mi rimangio quanto scritto sopra, ovvero che il leitmotiv sembra essere quello di repentine salite e repentine discese, vediamo come si è comportata questa settimana. Martedì 16 ho pubblicato questo grafico:

Tempo un paio di sedute ed è finita così:

Nella seduta di giovedì il rialzo è stato repentino e con ottimi volumi (+10% secco), salvo ritracciare parte del movimento con lo storno del mercato di venerdì. E qui si torna al punto di partenza: lascio correre o porto a casa? Eterna lotta tra il bene e il male.

Banca Ifis

Come ho già scritto siamo in palese trend ribassista, ma in area supportile che gravita a 13 euro, quindi siamo sui prezzi (venerdì ha chiuso a 13.26). Se si rispettano gli stop si rischia di perdere poco e magari pagarsi una colazione. Rimane comunque una scommessa. Posso anche non fare nulla: nessuno mi obbliga!

Un generale indebolimento di tutte le utilities

Guardare il mercato sempre e solo in ottica long può portare al rischio di cercare sempre titoli in salita. Nell'ultima seduta ho notato un generale indebolimento di tutte le utilities, quasi tutte in discesa libera. Enel, che lunedì staccherà un dividendo di 0.14 euro (prezzo rettificato di 6.148), è scesa del 4%, stessa cosa per Snam e Terna, giusto per rimanere "allineate". Mi limito a pubblicare qualche grafico in modo che possiate farvi un'idea. Dico questo perchè sarà difficile performare bene nelle prossime sedute con titoli "pesanti" che perdono terreno così velocemente.

Vedremo prossimamente se ci sarà qualche opportunità interessante che per ora non trovo con sufficiente chiarezza.

Auguro un buon fine settimana a tutti.

Ad maiora!

PNA

(L'autore del presente articolo non è iscritto all'ordine dei giornalisti e potrebbe detenere i titoli oggetto dei suoi articoli)

Nessun commento

I commenti dei lettori

Non ci sono commenti per questo articolo. Vuole essere il primo a commentarlo?

Lascia un commento