Earning season alle porte: mercati in attesa


Avvio di settimana incoraggiante per Piazza Affari, che si dimostra comunque un po’ meno performante degli altri indici europei. Il FTSEMib registra un rialzo del +1,19%, a 20.003 punti. Parigi è la migliore in Europa: CAC40 a +1,73%; gli altri rialzi si attestano tutti sopra al +1%.

Nonostante il buon progresso, trainato anche dalle uscite trimestrali negli USA, i valori di questo lunedì rendono la situazione analoga a quella di una settimana fa (salvo il leggerissimo scarto in negativo del FTSEMib di oggi). Lo scenario è infatti ben poco cambiato, condizionato ancora dall’evoluzione della pandemia. Gli indici di Wall Street, il cui rialzo in apertura ha trainato il nostro, hanno poi chiuso in perdita. 

A differenza della settimana scorsa, comunque, quella che inizia oggi assisterà all’avvio dell’earning season relativa al secondo trimestre dell’anno: banche e società americane spianeranno il terreno per le trimestrali europee. 

La seduta ha mostrato un comparto bancario positivo ma non frizzante: più appeal l’hanno mostrato titoli attorno cui ruotano notizie e indiscrezioni rilevanti. Tra le maglie rose di oggi Telecom ma anche Unieuro, il cui rally spicca nel segmento STAR. 

Tra i bancari troviamo acquisti sulle big UNICREDIT (+2,14%) a 8,70 e INTESA SANPAOLO (+0,91%) a 1,78, che prosegue l’OPS su UBI BANCA (+0,94) a 3,10. Nella prima settimana di offerta sono state potate in adesione 12.266.891 azioni, l’1,072% del capitale di UBI Banca. Fa decisamente meglio BPER BANCA, che termina la seduta in guadagno del +4,61% a 2,36. 

Forti acquisti su TELECOM ITALIA (+5,89%) a 0,37, sulle speranze circa la progettazione di una rete unica per il paese in collaborazione con ENEL (+1,15%) a 8,12. 

Tonica anche UNIEURO (+14,7%), dopo i risultati trimestrali che, pur con ricavi in flessione a causa delle conseguenze del Covid19, restano migliori delle aspettative grazie al boom delle vendite online. 

Forti vendite invece su ATLANTIA (-15,19%) a 11,36, dopo numerose sospensioni per eccesso di ribasso. Il motivo di tale flessione è da individuare nella possibile revoca della concessione autostradale. A dare il colpo finale sono anche le dichiarazione del premier Giuseppe Conte che giudica “ampiamente insoddisfacente” la nuova proposta avanzata dei vertici del Gruppo per risolvere il contenzioso.

In conclusione, lo spunto di mercoledì 8 luglio 2020 che ipotizzava riflettori puntati su TINEXTA è stato confermato nelle sedute successive. Il titolo, che quel giorno quotava 13,34 con target 14,  conclude infatti la seduta di oggi a 14,58 con un progresso del 2,68%, superando i messimi relativi dell’ultimo anno posti in area 14. Con il rialzo di oggi si porta sui suoi massimi assoluti registrati a giugno 2019 e posti a quota 14,76.

PORTAFOGLIO LOMBARD REPORT

Il portafoglio Lombard vede vendere a mercato il titolo ASTM a 17,75 dopo che ha infranto lo stop loss. L’altro titolo che ad oggi compone la totalità del portafoglio chiude con un rialzo superiore al punto percentuale.

Nessun commento

Non accontentarti solo degli articoli Free!

Registrati gratuitamente e avrai accesso senza limitazioni ai servizi premium per 3 giorni!

I commenti dei lettori

Non ci sono commenti per questo articolo. Vuole essere il primo a commentarlo?

Lascia un commento