Livelli per la prossima settimana e qualche riassunto


Buon Ferragosto a tutte le lettrici e lettori. Oggi anticipo il mio consueto intervento. Nell'ottava appena conclusa il mercato italiano è stato caratterizzato da un andamento rialzista, "sporcato" nella parte finale della seduta. Ci eravamo lasciati con una situazione grafica di questo tipo (articolo: https://www.lombardreport.com/2020/8/9/situazione-mercato-e-titoli-esaminati/ )

Come di consueto vediamo qual è stata l'evoluzione dell'indice su un grafico a 30 minuti. Ricordo come sempre che le linee tratteggiate rappresentano le sedute dell'ottava che si è appena conclusa sulla base dei livelli "previsti" nell'ultimo articolo. Naturalmente non essendo io un meteorologo, le vere previsioni le lascio a terzi!

Notiamo subito che il baricentro dei 19500 ha retto durante la seduta di lunedì che è stata sostanzialmente laterale tutto il tempo. Già da martedì però, grazie alla forza del comparto bancario, il mercato ha avuto un exploit verso l'alto: apertura in gap up in area 19800, primi trenta minuti di salita e rottura dei "fatidici" 20000 punti. Dopo tale rottura ci siamo però mossi in territori apparentemente inesplorati. In realtà stavo per spedire un update infrasettimanale ma non ho proceduto in tal senso perché mi aspettavo comunque un ritracciamento. Ed effettivamente questo ritracciamento c'è stato venerdì fin dalle primissime battute: nuovo test dei 20000, rottura e test millimetrico del supporto a 19800, salvo poi risalire e chiudere a 20020. Insomma, mi verrebbe da dire "tanto rumore per nulla". Queste sedute sono molto choppy, senza una vera e propria presa di posizione sui titoli: un giorno si compra e l'altro si vende.

Per la prossima settimana terrei monitorati i 20000 che potrebbero essere il nuovo baricentro, poi i supporti che colloco a 19800 e 19640. Al rialzo resistenze a 20150 e 20500.

Fronte titoli: calma piatta e nessun tema...forse qualche riassunto!

Ricordate che Vi avevo parlato di Esprinet sulla base di una notizia uscita e pubblicata e all'abilità comunicativa del management? Nel caso non ve lo ricordaste, questo è il link dell'articolo di due settimane fa: https://www.lombardreport.com/2020/7/29/test-dei-livelli-ed-una-piccola-speranza/

Finalmente l'azione si è sbloccata anche se in realtà ci sono stati degli scambi interessanti già dopo qualche giorno. Abbiamo avuto un veloce avvicinamento all'area "calamita" dei 4.50 e finalmente una sua rottura decisa. Chi avesse deciso (NB: sempre in autonomia!) di provare il trade avrebbe visto un ritracciamento di pochissimi punti percentuali, ma vado a memoria: 2-3% ipotizzando un pessimo ingresso a 4.30 (quella seduta di Borsa, credo fosse un lunedì, si era aperta male e quindi c'era stata la possibilità di entrata attorno a 4.20). Ad ogni modo il titolo Esprinet nella seduta di oggi, venerdì, si è proiettato a 4.80 in chiusura. Le prossime resistenze importanti sono a 5 e poi quelle "vere" a 5.30 e 5.60 (massimo prima del crollo di febbraio). Sicuramente visto lo slancio rialzista avuto questa settimana, lo stop sul punto di ingresso è doveroso. Altrettanto doveroso è alleggerire mano a mano che si sale, per non rimanere mai senza fiato visto che l'aria si fa rarefatta!

Sempre nell'articolo di due settimane fa avevo fatto un breve aggiornamento anche sull'azione Dominion Hosting Holding, dal momento che ne avevo parlato ripetutamente mettendone in luce la sottovalutazione ed il fatto che fosse oggetto di un reverse takeover , benché si trattasse di titolo estremamente illiquido. Vi rimando comunque al link "originario" di quando ho analizzato il tutto: https://www.lombardreport.com/2020/6/27/sintesi-settimanale-100-in-valore-assoluto/ . Naturalmente questo trade, così come quello di Esprinet, non sono quelli che amo, dal momento che si deve tenere la posizione per lunghi periodi di tempo, ma possono anche essere una "soluzione" per gestire periodi di forte lateralità e di totale assenza di temi operativi (come in questi giorni).

Ebbene, DHH nella seduta di oggi, venerdì, ha rotto una piccola congestione sul daily e pare diretta verso ed oltre i 10 euro (chiusura odierna a 9.65). Interessanti anche i volumi, dal momento che ho notato che qualche operatore ne ha accumulate in area 9.00 da un paio di settimane a questa parte. Oltre i 10 euro abbiamo l'area di massimi storici attorno a 10.50. 

Per due operazioni azzeccate, anche se finché non si chiude non si può mai sapere, ne abbiamo un'altra evitata accuratamente: trattasi di Arterra Bioscience, che in settimana ha avuto volumi in drastico calo e l'azione ha perso oltre il 10 %. Meglio così: spesso dico che il guadagno nel trading deriva anche e soprattutto dai mancati errori e questo è proprio uno di quei casi.

Per oggi e tutto. Buon fine settimana e ancora buon Ferragosto a tutti!

Ad maiora !

PNA

(L'autore del presente articolo non è iscritto all'ordine dei giornalisti e potrebbe detenere i titoli oggetto dei suoi articoli)

Nessun commento

Non accontentarti solo degli articoli Free!

Registrati gratuitamente e avrai accesso senza limitazioni ai servizi premium per 3 giorni!

I commenti dei lettori

Non ci sono commenti per questo articolo. Vuole essere il primo a commentarlo?

Lascia un commento