Quando tutti vedono disastri....

C'è una sola cosa, che fare il trader mi ha insegnato in tutti questi anni: Fai, o aspettati, sempre, il contrario di quello che è il sentiment della piazza o, per usare le parole di Jimmy Chow, "Il metodo di trading migliore consiste nell’approfittare dell’avidità e della paura della folla".
 

Lo so, la vostra bocca si è distorta assumendo la forma di un ghigno stracolmo di ilarità, ed avete ragione, sono il primo a riconoscere la follia che ho appena scritto!

E' da matto iniziare un'articolo in questo modo, ma cosa posso farci se la storia ha sempre detto questo?

Ho speso le ultime due decadi vivendo nei mercati mondiali, cibandomi delle notizie, le più brutte e nefaste, ho vissuto sulla mia pelle, come moltissimi di voi, il terrore delle Torri Gemelle, la crisi di Lehman Brothers, i primi accenni della crisi mondiale, il pericolo di un default degli Usa scampato in una notte, la crisi del settore bancario, prima americano, poi europeo, la crisi petrolifera con il petrolio passato dai 120 ai 30 dollari al barile, la Brexit e la forza della Le Pen in Francia.

Quante potremmo ancora raccontarne?

Ogni volta, si è detto, scritto ed agito come se la fine del mondo fosse stata molto più che imminente, ed ogni volta, passata la bufera, mi sono trovato a pensare "Ahh se avessi fatto l'esatto contrario, più che farmi coinvolgere e risucchiare nel vortice della paura".

Certamente, non vi sto dicendo di dormire sonni tranquilli, nè tantomeno di investire i vostri soldi domani, assolutamente no!

Non sono tempi per avere il portafoglio grasso di azioni, proprio no!

E' tempo, però di osservare fatti empirici e di non farsi prendere da aspetti emotivi.

Il mercato vive di numeri, di fatti e di nient'altro.

In questo mio vaneggiare, quindi, e vi giuro di non aver bevuto fino a prova contraria, vi mostro due situazioni grafiche orarie.

Perchè ho scelto il timeframe orario?

Perchè data la volatilità di questi tempi, preferisco indicare situazioni in un lasso di tempo più breve, in modo da avere target price più vicini, ma soprattutto, stop loss che siano il più corti possibile!

Guardiamo il primo caso, Tenaris, che rimane appesa per un capello ad una buona trendline rialzista.

Facile da analizzare, ha chiuso oggi proprio adagiandosi sulla trendline oraria rialzista.

Se, già domani mattina aprisse al di sotto dei 14.60 € la si andrà a raccogliere/accogliere nei dintorni del prezzo di 13.4 € per azione, dove incontra un'altra trendline crescente di più lunga data, altrimenti la porteremo sino ai 15 € per poi abbandonarla al suo destino, sempre che, come immagino, il mercato si riveli ancora ballerino.

La seconda azione è stata tra le più brillanti della giornata odierna, ed è un'azione che abbiamo già trattato ampiamente in passato.

Sto parlando di Mondo Tv.

Ottimi i volumi che l'hanno vista protagonista oggi, a seguito della comunicazione al mercato, che Banca Finnat avvia la copertura con buy e target price 7.3€ (vi prego di non fossilizzarvi su quest'ultimo valore!)

La nostra interpretazione è semplice.

Sempre in ottica oraria  e di breve scadenza, abbiamo un livello supporto in area 3.48 € che, se rotto, inutile dirlo, va abbandonata a se stessa (ultimo appello utile ai 3.40 €), e un target a 4.09 € per azione.

Oggi, Mondo Tv, è uscita da un cuneo con la rottura dei 3.50 € ed ha successivamente puntato velocemente ai 3.75 €.

L'avventura di domani , quindi, avrà dei chiari riferimenti.

Come ho già osato dire in passato, navigare a vista in tempi di burrasca e buon trading a tutti, e, infine, perdonatemi l'entusiasmo se vi ha turbato, spero più che altro di avervi provocato qualche sorriso.

(L'autore del presente articolo non è iscritto all'ordine dei giornalisti e potrebbe detenere i titoli oggetto dei suoi articoli)

Nessun commento

I commenti dei lettori

Non ci sono commenti per questo articolo. Vuole essere il primo a commentarlo?

Lascia un commento