Thanksgiving: ripieno indigesto per Piazza Affari.


Oggi Giovedì 28 Novembre, il “Thanksgiving Day”, Wall Street è chiusa. Per di più, ieri sera Trump ha trovato il modo di promulgare una legge a sostegno dei manifestanti di Hong Kong e non ci poteva essere connubio di eventi peggiore per i mercati europei, viste le reazioni immediate del governo cinese. La Borsa Italiana parte già leggermente sotto e prosegue fino a fine giornata chiudendo con un -0,61% a 23.342 punti. Non tira aria più buona nel resto delle borse del Vecchio Continente, che senza la spinta del pomeriggio di Wall Street non riescono a chiudere in positivo. La migliore è Londra, a -0,18%, e la peggiore dopo Milano è Francoforte con un -0,31%.

Migliori del giorno a Piazza Affari due azioni di cui ho parlato diverse volte nell’ultimo mese. Sul primo gradino con un +14,49 DOMINION HOSTING HOLDING (DHH) a 7,90. Graficamente il titolo si porta sui massimi di periodo attorno a 8 Eur., già toccato il 18 Novembre, seppur con volumi rispetto allora molto modesti. Solo una rottura con volumi elevati potrebbe riportare il titolo in area 8,40 e alla successiva resistenza di 9 Eur., prima che lo stesso possa riportarsi ai livelli dell’Ipo di 10 Eur. del 2016.

Al secondo posto troviamo ASTALDI +13,09% a 0,657 Eur. Il gruppo di costruzioni italiano è al centro di diverse vicende giudiziarie, la più lampante l’ammissione alla procedura di concordato preventivo dal 5 Agosto 2019. Quella di oggi sembra essere solo una reazione grafica e tecnica dovuta al forte ribasso avvenuto sul titolo nel mese di novembre, ma con un effettivo riscontro positivo. Sono infatti iniziati i lavori in Cile per un importante ospedale, con un contratto di 150 milioni di Eur, la cui quota Astaldi è il 100%. Finché non verrà recuperata l’area 0,70 - 0,78, si potrà parlare solo di rimbalzo tecnico.

Al terzo posto ritroviamo INNOVATEC +8,06% a 0,067. Trattandosi di un titolo citato già più volte nei miei articoli quotidiani c’è poco da dire oggi. In più, quello di oggi non è altro che un rimbalzo e graficamente l’azione deve superare il massimo di periodo situato a 0,07/0,072 prima di trovare i successivi ostacoli in area 0,08 e 0,10, massimo relativo del Gennaio 2017.

Un nuovo titolo si aggiunge al portafoglio Lombard: BASICNET, a 5,76, sceglie la giornata peggiore per fare questo ingresso. Il titolo parte fortissimo in gap volando fino a 6,20, poi la giornata negativa di Piazza Affari lo fa chiudere sui minimi a 5,56 +3,93%, ma con un -3,47% per chi ha seguito da subito il consiglio BUY.

Fanno bene anche oggi FIERA MILANO +2,36% a 5,20, DIGITAL BROS a 15,42 + 1,45%, e ELICA +0,88% a 3,43, con uno degli azionisti di maggioranza (Tamburi Investment Partner ) che in data 26 Novembre ha incrementato la partecipazione dal 15,042% al 20,001% del capitale sociale. Le altre chiudono in rosso, come il nostro listino EL.EN a 33,50 -2,10%, SAES GETTERS -1,23% a 32,00 e FERRARI a 153,35 -1,13%.

Nessun commento

Non accontentarti solo degli articoli Free!

Registrati gratuitamente e avrai accesso senza limitazioni ai servizi premium per 3 giorni!

I commenti dei lettori

Non ci sono commenti per questo articolo. Vuole essere il primo a commentarlo?

Lascia un commento