Esattamente un mese fa avevo postato una statistica...sarà stata rispettata (per ora) ?


Ed è finito anche il mese di novembre, con un rally non indifferente sui listini ed in modo particolare sulle small cap, decisamente più interessanti dei "titoloni". Vedremo come sarà l'evoluzione nel mese di Dicembre, anche se personalmente ritengo che gran parte del lavoro sia già stato fatto in queste ultime settimane e non mi aspetto alcun rally di fine anno, ma un sostanziale assestamento (tendente forse al rialzo) attorno a questi livelli. Trattasi di mera sensazione, nulla di più. Ma riprendiamo da dove ci eravamo lasciati un mese fa. Ricordate il mio articolo "Nel Paese delle Meraviglie" ? Questo era il link: https://www.lombardreport.com/2019/11/3/nel-paese-delle-meraviglie-indice-ftsemib40-s-p500-a2a-rway-banca-sistema-fiera-milano-illimity-bank/

In quell'articolo avevo postato una interessante statistica sul comportamento avuto dall'indice Dow Jones tutte le volte che è salito di almeno il 15% dal primo (in realtà dal due) gennaio al 31 ottobre. Un comportamento avuto dagli anni '50 ad oggi. Ebbene, il risultato è stato che:

 "...in TUTTI gli anni in cui il mercato (DJ) è arrivato al 31 Ottobre con un rialzo di almeno 15 punti percentuali, l'anno si è poi concluso con un ulteriore rialzo del 5% abbondante nei due mesi successivi...".

Il grafico che avevo postato a fine ottobre si presentava così:

A distanza di un mese abbiamo il seguente grafico daily:

Ad oggi il rialzo è stato effettivamente attorno al 3.6% dal close del 31 ottobre pari a 27050 punti circa. Se non altro abbiamo avuto una buona road map, anche se il rischio dell'imprevisto è sempre in agguato. Ed io non lo dimentico mai.

Andiamo subito all'analisi di alcuni titoli in watchlist anche se di molti ne avete già sentito parlare più volte dal sottoscritto nelle ultime settimane.

Garofalo

Segnalata qualche settimana fa (se non ricordo male verso la metà di ottobre), l'azione ha continuato la sua lenta ma costante salita. Avevo evidenziato come tendesse a fare delle code in area 4.60 su cui si poteva pensare di entrare in modo tale da minimizzare l'eventuale stoploss. Il trend rimane ben impostato ed i volumi tendono a confermarlo: siamo attorno ai 45/50 mila pezzi scambiati al giorno per un controvalore attorno ai 250 mila euro.

Illimity Bank

E qui veniamo ad un titolo su cui ho scritto più e più volte negli ultimi due mesi. In settimana un lettore mi ha chiesto dove potesse estendersi il movimento rialzista del titolo. Nel mio update di martedì (https://www.lombardreport.com/2019/11/26/titoli-nuovi-in-watchlist/) indicavo come area target 10.30 euro, centrata perfettamente nella seduta di ieri. Naturalmente il fatto che sia stato centrato un target non implica di uscire completamente dalla posizione. Direi uno di quei trade "scritti" e da "Manuale delle Giovani Marmotte" (anche se comunque non si è mai certi naturalmente). Sempre in watchlist tra i titoli HOT: se trend is your friend...

Digital Value

Digital Value è uno dei maggiori player di IT solution e system integrator sul mercato italiano. Il gruppo svolge attività di ricerca, progettazione e commercializzazione di servizi di IT per digitalizzare clienti che operano in settori strategici nel nostro paese (Trasporti, Finanza, Pubblica Amministrazione, Telecomunicazioni), quindi il business risulta estremamente solido. Nel primo semestre di quest'anno i ricavi sono aumentati del 18% rispetto allo stesso periodo del 2018, con un utile netto sostanzialmente stabile ed attorno ai 9 milioni di euro. Il titolo è illiquido ma come notate dal grafico daily c'è stata una lenta e costante salita senza mai scossoni sin dal suo esordio. Crescita lineare e bassa volatilità anche in momenti in cui l'indice italiano (a cui naturalmente il titolo risulta totalmente decorrelato) ha avuto momenti di "panico" o incertezza se preferite. Leggendo un report di CFO SIM, il target attribuito all'azione è di 21.20 euro dai 17 attuali.  

Graficamente si nota una crescita molto lenta e "a gradini". Naturalmente si tratta di un titolo da cassetto e non da trading di breve, ma lo ritengo estremamente interessante.

Officina Stellare

Titolo dell'AIM ed estremamente sottile. Sta congestionando in area 8.30 ma non mi stupirei se andasse a bucare la trendline ribassista. Peccato però che manchino completamente i volumi. Qui il lotto minimo è di 250 pezzi. Lo stoploss andrebbe posto a 7.80 on close in caso di scommessa long. Parlo di scommessa perché in questo caso si tratterebbe di un anticipo di rottura, cosa che non si dovrebbe fare.

Pharmanutra

Anche in questo caso abbiamo un titolo dell'AIM ma i volumi ed il controvalore scambiato è decisamente più interessante. Il trend è a salire e presenta una buona linearità con bassa volatilità.

OVS

Un anno fa, a dicembre, il titolo OVS era in caduta libera ben sotto 1 euro. Ricordo che ero davanti al pc (naturalmente) ma pur rendendomi conto che qualcuno comprava a botte di 500 mila pezzi non ho mai avuto il coraggio di farlo anche io. Morale della favola: Tamburi stava comprando. A distanza di dodici mesi il titolo ha raddoppiato e ieri è stata rotta la fatidica soglia dei due euro con volumi esplosivi. Anche di OVS avevo scritto nelle settimane passate, pur non essendomi piaciuti i dati presentati recentemente. Ritorna tuttavia di diritto nella mia watchlist, anche se in realtà l'ho sempre tenuta monitorata. Graficamente c'è stata la rottura di 1.98 euro con ottimi volumi. Da valutare eventuali pullback in area 2 euro oppure una continuazione del trend in essere, anche se come potete notare sul grafico daily non è indenne da swings dell'ordine del 15/20%. 

Guala Closures Group

E' leader di mercato nella produzione di chiusure in alluminio e “non-refillable” per superalcolici e vino. Vanta 27 stabilimenti ed è presente in oltre 100 paesi. Nei primi nove mesi dell'anno i ricavi sono aumentati del 12.9%, con una crescita che è stata rafforzata dall'acquisizione di UCP a fine 2018. Il margine operativo lordo è salito del 7.9% e la società nei primi nove mesi di quest'anno ha avuto un utile netto di 1.54 milioni rispetto al rosso di 11.52 milioni sullo stesso periodo nel 2018. Graficamente abbiamo una bella rottura rialzista della resistenza di 6.80 euro che ha tenuto compresso il titolo nel corso dell'ultimo anno. Il tutto sta avvenendo con ottimi volumi. 

In realtà in watchlist ho anche un altro titolo che bolle in pentola e che ritengo molto interessante nel medio/lungo termine (settimane o mesi) naturalmente non per motivi di analisi tecnica. Sto preparando un articolo più approfondito che Vi manderò nelle prossime sedute.

Un saluto a tutti e buona domenica.

Ad maiora!

PNA

(L'autore del presente articolo non è iscritto all'ordine dei giornalisti e potrebbe detenere i titoli oggetto dei suoi articoli)

Nessun commento

I commenti dei lettori

Non ci sono commenti per questo articolo. Vuole essere il primo a commentarlo?

Lascia un commento