Previsioni di Borsa con le Onde di Elliott e Fibonacci

Nessuna preoccupazione per una tempesta finanziaria...

Previsioni di Borsa con le Onde di Elliott e Fibonacci

Piano Bar di Virginio Frigieri                                                                                      08/10/2017

Previsioni di Borsa : Indici Azionari USA

Il DowJones si è portato in prossimità della parte superiore del canale di trend dell'onda 5 di grado minor ed anche dell'onda (5) di grado intermedio. L'ottimismo e la compiacenza degli investitori continuano a stabilire nuovi estremi record, e la cosa è perfettamente compatibile e congruente con le fasi finali di un lungo bull-market. Lo Spread tra i junk bond e i Tresuary Bond americani si è nuovamente ridotto portandosi al livello più basso da giugno 2014. La mancanza di preoccupazione per una tempesta finanziaria è particolarmente preoccupante per non dire minacciosa sulle obbligazioni del Tesoro statunitense che negli ultimi 15 mesi (da luglio 2016) hanno iniziato un lungo mercato orso e il mercato delle obbligazioni municipali che hanno visto vari fallimenti di alto profilo. Gli standard di sottoscrizione storicamente scadenti suggeriscono che la crisi creditizia che sta emergendo eclisserà quella del 2008. L'oro ha iniziato una fase di mercato orso nel dicembre del 2015 e l'onda [B] di grado primario in controtrend, per ora non è riuscita a superare i 1375$/onz. Dovremo capire se c'è margine per un ulteriore massimo prima di riprendere la via del ribasso con l'onda [C], o se era finita, lì. Il Dollar Index, da settembre ha iniziato una nuova fase rialzista che avrà con ogni probabilità una durata pluriennale.

Come si vede dal secondo grafico  il Dow Jones continua a salire, ma lo slancio verso l'alto dell'avanzamento continua a scendere, un pò come un'automobile che deve rallentare prima di fermarsi e poi invertire. Questo accadrà quando le suddivisioni delle quinta onda in atto termineranno. Nel frattempo anche il secondo dei 4 target indicati nelle puntate precedenti  è stato raggiunto ed ora si punta a 22.860 e infine si tirerà ai 23.000 punto più punto meno. In questo caso potremmo avere un thru_over della trendline superiore del canale e un successivo rientro con successivo attraversamento al ribasso della trendline inferiore: anche questo comportamento è tipico delle fasi terminali di un trend. Un altro segnale ribassista viene dal VIX dove la volatilità continua a segnare nuovi minimi mantenendosi a livelli storicamente bassissimi. C'è da scommettere che il 2018 porterà ad un risveglio drammatico di questo indicatore. In un'indagine di sentiment condotta nelle università del Michigan emerge che il 65% degli intervistati pensa che i prezzi delle azioni cresceranno nel corso del prossimo anno che rappresenta la percentuale più alta registrata nei 15 anni in cui si gestisce questo sondaggio. Ancora più pungente un recente sondaggio di Wells Fargo / Gallup dove emerge che il 61% degli intervistati dice che è un buon momento per investire nel mercato azionario; poi in caso di correzione del mercato il 62% afferma che cavalcherebbe la correzione per incrementare le sue posizioni,  un 27% considera qualunque tipo di correzione arrivasse come una buy opportunity da cogliere al volo e infine solo il 13% ha dichiarato che una correzione ora, potrebbe fare molto male al loro portafoglio finanziario. La mancanza di paura si evince da un'altra storia di Bloomberg che spiega come l'S&P500 contando il reinvestimento dei dividendi è aumentato del 98% da ottobre 2007 nonostante il calo del 58% subito da ottobre 2007 a marzo 2009. "I mercati azionari hanno una tendenza prevalente a salire; anche se oggi dovesse finire il bull market, ci si potrebbe aspettare un ragionevole ritorno se l'orizzonte d'investimento è abbastanza lungo." conclude Bloomberg. Questo atteggiamento psicologico è comprensibile ed è umano. Ognuno di noi quando è abituato ad un sistema, una ricetta, che ha funzionato per tanti anni, è portato naturalmente a difendere il suo sistema, la sua ricetta, in ultima analisi la sua idea, anche quando molti segnali esterni suggerirebbero quanto meno prudenza e capacità di mettersi in discussione. Un trend al rialzo che dura da oltre due secoli mette le persone in condizione di percepire il loro sentiment rialzista non solo come perfettamente razionale,  ma anche di giustificare il loro stato psicologico permanentemente ottimista. Ancora un esempio da un sito web finanziario dove si dice che "il mercato toro può continuare a correre per anni" .... "se anche gli investitori scaricano le loro azioni queste saranno riassorbite dal buyback aziendale. Le aziende continueranno a chiedere prestiti alle banche per acquistare le proprie azioni creando un circolo virtuoso che dovrebbe continuare per tre/cinque anni." Ma i numeri ci raccontano una storia diversa e si è dimostrato a più riprese che le aziende non sono guidate da guru illuminati ma da manager che seguono il branco e che non sanno quasi mai comprare dopo gradi ribassi  per vendere  attorno ai massimi, ma finiscono quasi sempre per fare il contrario acquistando in prossimità dei massimi. Chi è convinto che i mercati continueranno a salire perchè i fondi pensione hanno bisogno di soldi potrebbe avere amari risvegli.

Previsioni di Borsa : Bond USA, rendimenti e prezzi

I prezzi del trentennale americano sono scesi bene venerdi fino a toccare 151,07 prima di rimbalzare nella stessa seduta. Dal massimo dell'8 settembre quando quotava 158,09 si vedono distintamente ora cinque movimenti che ci confermano l'inizio di un'onda (3) ad alto potenziale ribassista che si svilupperà nei prossimi mesi. Ora ci sarà un 'onda 2 in controtrend e poi giù verso abissi inesplorati.

Ovviamente per contro i rendimenti sono destinati a salire come vediamo nel grafico successivo....

Previsioni di Borsa : Dollar Index e EUR/USD

Con il massimo raggiunto venerdi a 94,267, abbiamo le condizioni di minima per poter considerare terminata l'onda 1. Se è così già dalla settimana entrante dovremmo vedere un pullback di onda 2 che  incontrerà i primi supporti in area 92,95 - 93,25 ma che potrà spingere anche a livelli più bassi. A 92,18 l'onda 2 avrà ritracciato il 61,8% di onda 1. Se invece i prezzi continuassero a salire allora significherà che onda 1 aveva ancora qualche suddivisione da compiere e non era ultimata. Finita l'onda 2 la corsa al rialzo del dollaro dovrebbe riprendere. Dal lato dell'Euro, abbiamo una probabile fine di onda 1 ribassista e il probabile inizio del movimento in controtrend di onda 2. La successiva onda 3 porterà l'euro decisamente giù in area 1,12 - 1,10.

Previsioni di Borsa : Oro e Argento

Su oro e argento sembrerebbe conclusa un onda 1 o A a cui dovrebbe ora seguire un rimbalzo di 2 o B. Il problema è che poi si scenderà di nuvo verso i minimi di questa settimana. A questo punto considerando il tempo che sta impiegando il timore è che l'onda [B] possa essersi conclusa col massimo di luglio 2016 e che il resto sia gia lo sviluppo di onda [C]. In questo caso sulla rottura al ribasso dei minimi di questa settimana si dovrà necessariamente chiudere incassando la perdita. Vediamo come procede lo sviluppo e se le cose cambiano ne parleremo immediatamente qua.

alla prossima

3 Commenti

I commenti dei lettori

3 Commenti

  • Lorenzo O.
    15 Ott 2017

    Grazie per la tempestiva risposta, un saluto

  • Virginio Frigieri
    14 Ott 2017

    buongiorno Lorenzo,
    per poter sperare di concludere l'onda B attorno ai 1400-1437$ per l'oro e attorno ai 25-26 per l'argento che erano i nostri due target iniziali che ci avevano spinto a provare questo trade occorre in primis che sia l'oro che l'argento superino i due massimi messi a segno l'8 settembre (1357,26 per l'oro e 18,18 per l'argento). Al contrario sarebbe un brutto segnale la perdita dei due recenti minimi del 6 ottobre (1260,33 per l'oro e 16,296 per l'argento) in quanto aprirebbe al strada a due minimi più bassi, che ci possono pure stare, purché si fermino poco sotto (diciamo indicativamente la tenuta dei 1240 per l'oro e 15,80-16,00 per l'argento). Se non terranno quelle due soglie bisogna cominciare a entrare nell'ordine di idee che l'onda B si era chiusa a luglio del 2016 e che di fatto siamo già in C. A quel punto bisognerà chiudere e prende la perdita per evitare guai peggiori. Dispiacerebbe un pò perché per un'onda [B] di grado primario non erano nemmeno due target eccessivamente ambiziosi, ma se il mercato non ti da ragione è inutile incaponirsi più di tanto.
    La saluto

  • Lorenzo O.
    09 Ott 2017

    Egregio Dott Frigieri, qualora le varie soglie di 1315 per l'oro e 17,30/50 per l'argento dovessero essere superate possiamo comunque ancora considerare terminata la correzione e sperare nel completamento di onda B con massimi più alti? Un saluto

Lascia un commento